lunedì 20 agosto 2007

IL CASO KENNETH

Nella foto: Kenneth, la sua compagna e la loro figlia

Kenneth Foster è detenuto nel braccio della morte in un carcere Texano.
Ogni persona rinchiusa nel braccio della morte ha una storia da raccontare, ma quella di Kenneth è forse uno degli esempi più chiari di quanto sia sbagliato un sistema che condanni le persone alla pena capitale.
Foster è vittima di una legge iniqua, la "law of parties", la quale stabilisce che un individuo sia “responsabile di un crimine commesso da altri qualora egli abbia agito con l'intenzione di promuovere o assistere il compimento di tale crimine” e permette alla giuria di condannare a morte un uomo anche se non ha ucciso o intendeva uccidere qualcuno.
Nel caso di Kenneth, è stato provato che lui non era sulla scena del crimine ma stava sull’automobile che era stata usata per la fuga. Nonostante il fatto che lui dichiari che neppure sapeva che era stato commesso un crimine, è stato condannato a morte.
La famiglia di Kenneth non ha potuto permettersi un avvocato privato (negli Stati Uniti una buona consulenza legale può costare centinaia di migliaia di dollari) e la sua corte ha incaricato avvocati che non erano all’altezza del compito. A due dei quattro giovani accusati del crimine sono state date sentenze più leggere, per evidenza del caso. L’uomo che ha premuto il grilletto è già stato giustiziato lo scorso anno.
L’uomo che è stato ucciso era un bianco, e figlio di un avvocato locale. Il colore della vittima e il colore dell’accusato (Kenneth è nero) pesa gravemente nella decisione se una giuria propende per la pena di morte, negli Stati Uniti.
Aveva solo 19 anni al momento del crimine, andava al college ed era un musicista di talento (partecipava a una locale “street gang”, l’origine del suo destino). Kenneth ha usato in modo proficuo i suoi 11 anni passati in prigione studiando teologia, filosofia, yoga, sociologia e diventando anche un esperto sulle leggi del Texas. Non solo, lavorando attivamente sul suo caso, ma lavorando anche per salvare altri compagni di prigione dalla pena di morte. Lui e altri compagni hanno fondato “Drive”, un movimento che si oppone all’andare alla “camera della morte” in modo pacifico, ma anzi combattendo fino alla fine.

L’esecuzione di Kenneth stata è fissata il
30 agosto 2007

Quest’anno sono state giustiziate 17 persone nel solo Texas, altre 8 sono in lista per l’esecuzione entro fine agosto. Il caso di Kenneth ha ricevuto l’attenzione da tutto il mondo, soprattutto per la chiara mancanza di prove contro di lui, ma anche per i numerosi appelli dei suoi familiari, i suoi amici e tante altre persone che si sono mobilitate in suo aiuto.
.
Appelli per chiedere la commutazione della condanna a morte di Kenneth Foster devono essere inviati al più presto

Potete spedire la richiesta di commutazione della pena tramite on-line, linkandovi sul sito http://www.kennethfoster.it/ e cliccare in alto a sinistra "News fissata la data di esecuzione" (la stinga che lampeggia in rosso), la pagina che si aprirà vi darà modo di sottoscrivere l'appello in diverse soluzioni.
.
Potete spedire la richiesta anche per posta o per fax alla seguenti autorità del Texas:
The Hon. Rick Perry
Governor of Texas
Office of General Counsel
P.O. Box 12428
Austin, Texas 78711-2428 USA
Fax: 001 512 4631849

Texas Board of Pardons and Paroles
Executive Clemency Section
8610 Shoal Creek Blvd
Austin, Texas 78757 USA
Fax: 001 512 4638120


Grazie di cuore a tutti.

57 commenti:

Pierrot ha detto...

Queste cose immalinconiscono, ma il mondo è multiforme, pertanto anche le leggi, da una cultura all’altra, assumono veramente curiosi significati. Metto in evidenza di seguito solo alcune “strane leggi” attualmente vigenti nel Globo:

- In Israele hanno pensato bene di vietare le passeggiate senza calze.

- In Indonesia la masturbazione viene punita col taglio della testa.

- In Inghilterra, come al solito molto puritana, è vietato circolare col topless in pubblico. Ma, ecco la solita eccezione, possono farlo le commesse di negozi che trattano pesci tropicali. Il motivo non è lecito saperlo.

- In Scozia (nella contea di York): E’ perfettamente legale colpire uno scozzese con una freccia, tranne la domenica.

- A Guam (un’isola nell’oceano Pacifico orientale): ci sono uomini il cui lavoro a tempo pieno consiste nel girare per le campagne e deflorare giovani vergini che pagano per il privilegio di stare con un uomo per la prima volta… Il motivo: La legge dell’isola stabilisce a chiare lettere che una donna vergine non può sposarsi.

- In Libano gli uomini possono per legge avere rapporti sessuali con animali, purché si tratti di femmine. Avere rapporti sessuali con un animale maschio e un reato punibile con la morte.

- In Galles (a Chester): i gallesi possono essere colpiti da un dardo. Ma, è questo un limite che non li consola pienamente, non possono diventare bersaglio degli arcieri se non dentro le mura della città.

- Nel Bahrain, la legge consente a un medico di sesso maschile di fare una visita ginecologica a una donna, ma non di guardare direttamente i suoi genitali. Può soltanto vederli riflessi in uno specchio.

- Ai musulmani è proibito guardare i genitali di un cadavere, e questo vale anche per gli impresari di pompe funebri; gli organi sessuali dei defunti devono sempre restare coperti da un mattone o un pezzo di legno per tutto il tempo.

- A Hong Kong, una moglie tradita può uccidere il marito adultero, la legge glielo consente; ma può farlo solo a mani nude. Mentre può uccidere come più le aggrada l’amante del marito.

- A Cali, in Colombia, una donna può avere rapporti sessuali soltanto col marito, e la prima volta che ciò accade, nella stanza deve essere presente anche la madre di lei.

- A Santa Cruz, in Bolivia, un uomo non può avere rapporti sessuali con una donna e con la figlia di lei contemporaneamente.

E voi, dove vorreste andare? Io sorvolerei Cali, poi scapperei via a Guam, ma tornerei volentieri sulla Rava.

Clandestino ha detto...

...comunque ADERITE NUMEROSI firmando la richiesta di commutazione della pena per Kenneth.
La via più semplice e veloce è andare, come dice il post, sul sito kennethfoster.com e inviarla tramite "Firma la petizione su Petitions online".
Nella pagina, oltre ad inviare la petizione firmata, potrete successivamente leggere il vostro nome in "View Current Signatures".
Il mio nome è in n° 8662...
Qual'è il vostro?

Clandestino ha detto...

Un cretino è un cretino,
due cretini sono due cretini, 10.000 cretini sono una forza storica. (Longanesi)

...ecco ancora altre leggi curiose che, come la "law of parties" che sta subendo Kenneth, sono state attuate negli USA. Molte di queste ci riportano all'epoca dei cavalli, alcune a dispetto della loro assurdità sono ancora in essere:

ALABAMA
- E' illegale per un guidatore essere bendato mentre manovra un veicolo;
- una legge anti-oscenità del 1950, proibiva l'esposizione di qualunque persona nuda o "in un stato sostanzialmente nudo", eccetto un bambino in braccio.

ALASKA
- In Alaska è ancora contro la legge guardare un alce da un aereo;
- a Fairbanks, la legge non permette agli alci di praticare sesso nelle strade cittadine.

ARIZONA
- A Cottonwood, è proibito fare l'amore all'interno di un'auto con uno pneumatico sgonfio. Per coloro che vengono sorpresi a fare l'amore sul sedile anteriore di una macchina parcheggiata con le gomme a terra è prevista una multa di 25 dollari.

ARKANSAS
- Un uomo può legalmente picchiare sua moglie, ma non più di una volta al mese.

CALIFORNIA
- A Los Angeles, un uomo può legalmente picchiare sua moglie con una cintura di pelle o una cinghia, ma la cintura non può essere più larga di 2 pollici, a meno che la moglie acconsenta di essere percossa con una più larga;
- In California, è vietato agli animali accoppiarsi pubblicamente nel raggio di 1.500 piedi da una taverna, scuola, o luogo di culto;
- A Santa Monica, il Consiglio Urbano ha proposto che agli uomini sia permesso usare i bagni pubblici femminili, quando c'è una coda di tre o più uomini, e viceversa.

CONNECTICUT
- ad Hartford, è illegale piantare un albero nella strada;
- A Simsbury, per un'ordinanza decretata nel 1701 e recentemente abrogata, agli stranieri era richiesto di lasciare la città entro un mese se non avessero almeno 20 scellini a loro nome.

DELAWARE
- Un legislatore del Delaware, propose recentemente una legge per la quale, ogni minore, in caso di pensieri voluttuari, dovesse informare il suo o i suoi genitori prima di prendere parte ad un rapporto sessuale.

FLORIDA
- In Florida, se un elefante è lasciato legato ad un parchimetro, deve pagare la sosta come un qualsiasi veicolo;
- In Florida è illegale per un uomo e una donna non sposati vivere insieme in "aperta ed evidente dissolutezza";
- A Miami è illegale per gli uomini pubblicizzare qualsiasi tipo di abito senza cinghia;
- In Florida, se una donna è single, divorziata o vedova, non può lanciarsi con il paracadute la domenica pomeriggio, la sanzione prevede multa e/o arresto.

GEORGIA
A Kennesaw, la legge considera illegale per ogni proprietario di casa non possedere una pistola, a meno che sia un criminale convinto, un obiettore di coscienza o un invalido.

IDAHO
- A Pocatello, una legge passata nel 1912, sanciva che "E' vietato portare armi nascoste, a meno che le stesse siano esposte alla vista".

ILLINOIS
- Prendete alcune lezioni di pronuncia se state andando a Joliet, dove è contro la legge pronunciare male il nome della città. I trasgressori possono essere multati fino a $ 500;
- A Chicago, per una legge del 1872 presente ancora sui libri, un assessore comunale puo' portare un fucile. Alcuni lo fanno.
- A Chicago, alle persone malate, mutilate, menomate, o "altrimenti sgradevoli o oggetto di disgusto" è vietato presentarsi in pubblico.

INDIANA
- E' proibito farsi il bagno durante l'inverno;
- Ai cittadini è vietato assistere ad un film o ad uno spettacolo teatrale e viaggiare nei mezzi pubblici prima che siano passate 4 ore dopo aver mangiato aglio.

IOWA
- Ad Ames, un marito, dopo aver fatto l'amore, non può prendere più di tre boccali (gulps) di birra mentre giace a letto con la moglie o la tiene tra le braccia;
- Ad Ottumwa, è illegale per qualsiasi maschio, all'interno dei confini cittadini, fare l'occhiolino a qualsiasi donna alla quale si è sconosciuti;

KENTUCKY
- Ad ogni cittadino del Kentucky è richiesto per legge di fare il bagno una volta l'anno;
- "Nessuna donna puo' mostrarsi in costume da bagno su qualsiasi strada pubblica all'interno dello stato senza essere scortata da almeno due agenti o a meno che si armata con un bastone"
Un emendamento a questa legge: "I provvedimenti di questo statuto non si applicano a donnne che pesano meno di 90 libbre o eccedano le 220, non sono applicati a femmine di cavallo".

MAINE
- a Waterville, è illegale soffiarsi il naso in pubblico.

MASSACHUSETTS
- A Princetown, è illegale vendere olio abbronzante prima del mezzogiono di domenica;
- A Southbridge è illegale leggere libri o giornali in strada dopo le 8 p.m.;
- A Boston, due persone non possono baciarsi di fronte a una Chiesa;

MINNESOTA
- Ad Alexandria, a nessun uomo quando il suo alito odora di aglio, cipolla, o sardine, è permesso fare l'amore con la propria moglie. Se la moglie lo richiede, la legge impone che egli debba spazzolare i suoi denti;
- A Blue Earth, Minnesota, la legge precisa che nessun bambino di età inferiore a 12 anni, puo' parlare al telefono se non è accompagnato da un famigliare.

MISSURI
- A Kansas City, Missouri, ai minori non è permesso acquistare pistole a capsule; d'altra parte, possono acquistare liberamente fucili da caccia.

NEBRASKA
- Ad Omaha, se un bambino rutta durante un servizio di chiesa, i suoi genitori possono essere arrestati.

NEW HAMPSHIRE
- Una legge dello Stato proibisce di tamburellare i vostri piedi, accennare con la testa o tenere il tempo in qualsiasi modo in una taverna, ristorante o caffé.
- A Liberty Corner, se una coppia che fa l'amore in automobile urta accidentalmente il clacson durante il suo atto lussurioso, puo' essere condannata fino ad un anno di carcere.

NEW MEXICO
- Carlsbad, nel Nuovo Messico, è legale fare sesso in un veicolo parcheggiato durante la pausa pranzo delle giornate lavorative e unicamente se i finestrini della macchina sono dotati di tendine per evitare che qualche estraneo possa sbirciare.

NEW YORK
- A New York, alcuni anni fa, per risolvere definitivamente lo sgradevole probblema dei graffiti, venne dichiarato illegale portare un barattolo di vernice spray aperto;
- A New York City, dovete avere un permesso per trasportare bevande gassate;
- è vietato tenere un gelato in tasca di domenica mentre si passeggia per le strade della capitale;
- Nello Stato di New York è ancora illegale sparare a una lepre da un tram.

NORTH DAKOTA
- Birra e ciambelle salate non possono essere servite contemporanemente in qualsiasi bar o ristorante.

OHIO
- A Cleveland, è vietato alle donne indossare in pubblico scarpe di pelle verniciata in lucido (Qualcuno potrebbe vedere dal riflesso cose che non dovrebbe vedere!);
- Oxford, è illegale per una donna spogliarsi mentre è di fronte alla fotografia o quadro di un uomo;

OREGON
- A Willowdalw, è contro la legge per un marito bestemmiare mentre fa sesso.

PENNSYLVANIA
- Harrisburg, è vietato alle donne che lavorano come casellanti dell'autostrada fare sesso con i camionisti all'interno delle cabine di riscossione dei pedaggi;
- Ad Hazelton, c'è una legge ancOra sui testi che proibisce ad una persona di sorseggiare una bevanda gassata mentre tiene discorsi a studenti in un auditorio scolastico;
- E' illegale avere oltre 16 donne che abitano insieme in una casa perché ciò costituisce un bordello... d'altra parte, fino a 120 uomini possono vivere insieme senza infrangere la legge;

SOUTH CAROLINA
- Non è permesso picchiare le mogli negli uffici pubblici.

TEXAS
- Nel Texas è legale par una gallina fare sesso con voi, ma è illegale partecipare (to reciprocate);
- A Mesquite, per i giovincelli è ancOra contro i regolamenti avere tagli di capelli che siano spaventosi o insoliti.

UTAH
- Il marito è responsabile di qualsiasi atto criminale commesso da sua moglie mentre ella è in sua presenza;
- Nessuna donna può fare sesso con un uomo mentre corre in ambulanza all'interno dei confini di Tremont. Se sorpresa, la donna può essere incolpata di una infrazione sessuale e "il suo nome verrà pubblicato sul giornale locale". L'uomo non è incolpato e ei suo nome non è rivelato.

VERMONT
- Nel Vermont, le donne devono avere il permesso scritto dai loro mariti per portare denti falsi;
- E' vigente una multa di $200 per negere la "esistenza o l'essere di Dio.

VIRGINIA
- Nel 2005 la Camera dei Delegati dello Stato della Virginia ha approvato una legge che prevede un'ammenda di 50 dollari per chi, lasciando calare troppo i pantaloni, mette in mostra le mutande "in modo impudico e indecente.

WASHINGTON
- A Seattle, è illegale portare un'arma nascosta che superi i 180 cm di lunghezza;
- Lo Stato di Washington non permette incontri di wrestling truccati;

WISCONSIN
- A St. Croix, alle donne non è permesso indossare qualsiasi capo rosso in pubblico;
- Nella tranquilla città di Connorsville, è illegale per un uomo estrarre una pistola quando la sua partner femminile ha un orgasmo.

Anonimo ha detto...

Il mio è 8721.

mi dovevo togliere uno sfizio! ha detto...

se ho ben capito, si tratta di convertire la pena in ergastolo. giusto?

ma se è innocente deve uscire.
giusto?

se sbaglio ditemelo, ma se è colpevole, paghi!!

qua si rischia come con l'iran, ogni stato si assuma le conseguenze dei propri gesti senza l'ingerenza di alcuno.
ognuno ha le proprie leggi e deve essere bravo a farle rispettare.....no come in italia.

Dante. ha detto...

la pena di morte mica è una legge! E' qualcosa di abbominevole.

Dante.

Clandestino ha detto...

In primis sottolineo quanto risposto da Dante.
Per il resto, ad onor di cronaca, i quattro avevano commesso nella stessa serata due rapine.
E per questo sono colpevoli.
Ecco perchè si chiede la commutazione della pena e non la scarcerazione.

Pierrot ha detto...

Personalmente sono contro la pena di morte,
nessuno ha il diritto di uccidere un altro uomo.
Se uccide, un uomo fa un grosso errore, no! se uccide lo stato?
Sono due errori uguali e della stessa gravità.
Spero che il giudice converta la pena di morte in ergastolo a Kenneth

sfizio ha detto...

secondo me si parla di giustizia solo quando non si è toccati in prima persona

Anonimo ha detto...

Clandestì, raccogli le firme così forse questo tizio lo liberano!!
Ma vivi nel mondo dei Brellocchi o Balocchi??
Sono perfettamente d'accordo con quello che dice Sfizio!!!

Dante ha detto...

numero 8765. Servirà a ben poco ma ho anche scritto la mail al panzuto Governatore del Texas.

Ai favorevoli (ma anche ai contrari) alla pena di morte consiglio tre letture

"Ultimo giorno di un condannato a morte" di Victor Hugo, edizioni SE

"Lo straniero" Camus, si trova ovunque in edizione Bompiani.

"Riflessioni sulla pena di Morte" sempre ALbert Camus, edizioni SE.

Dante ha detto...

ah vedo che esistono anche da noi i favorevoli alla pena di Morte. Italiani, brava gente eh.

Clandestino ha detto...

Adoro rispondere agli anonimi:

- non sono io che raccolgo le firme;
- la mia comunque l'ho messa (8663);
- se tutto va bene (lo spero), a Kenneth daranno l'ergastolo;
- leggendoti mi convinco ancor di più: si, vivo nel paese dei brellocchi!

x Dante e Starman (che brellocchi non sono):
v'ho postato due righe del dopo concerto assieme ad un paio di foto, anche se non ve lo meritavate...

mmmmmm ha detto...

mettiamo il caso che dante abbia una figlia.....
mettiamo il caso che venga violentata e ammazzata....
mettiamo che colgono il colpevole sul fatto....!Buonista mio, che fai lo premi con l'ergastolo o gli attonni i cxxxxxxxi?

Dante ha detto...

Non è che ci voglia tanto a capire la differenza tra la vendetta personale, istintiva, irrazionale e, in un certo senso, leggittima o comunque carica di attenuanti e la vendetta dello Stato. Lo Stato che in maniera fredda razionale ammazza un uomo non è uno stato civile è un criminale allo stesso modo. Lo Stato deve punire, non uccidere, non si deve vendicare come il piùù folle degli uomini. La legge del taglione si faceva tra i Babilonesi.
La capirebbe anche un bambino di 5 anni sta cosa. Fai uno sforzo dai, perchè uno si stanca di ribadire sempre in continuazione questo concetto elementare quando gli si viene detto "e se ti ammazzano tuo figlia?"

Dante ha detto...

Ti dirò, io sono contrario anche all'ergastolo. 30 o 40 anni sono sufficienti per i crimini più efferati (in stati come la Norvegia la pensa massima è di 21 anni).
Il carcere, oltre a punire come è giusto che sia, deve anche RIEDUCARE, reinserire la persona nella società. Quello che in Italia manca e quello che fa sì che in Italia, chi entra in carcere non ne esce molto migliorato "moralmente" e fa la spola dentro/fuori in coninuazione.

Qui nessuno difende i criminali. Qui difendiamo il diritto di non essere ammazzati. Non si uccide. Nè noi, nè tantomeno lo Stato. Punto, questione chiusa.


Questione diversa come detto la vednetta personale. Io non ne sarei capace ma che a un padre a cui hanno appena ucciso un figlio venga voglia di vendicarsi beh, non riesco neanche tanto a biasimarlo. Se lo fa lo Stato mi vergogno invece.

marco ha detto...

secondo me nessuno merita la morte da una mano umana...

forse per questo il nostro pianeta brucia di continuo... perché avvolte cerchiamo di spegnere il fuoco con il fuoco.

Chiara ha detto...

Ragazzi... vi comunico che sono la 8796...

Per tutti coloro che hanno pagato la loro innocenza!

Carmelo ha detto...

8817.

La pena di morte è qualcosa di inumano.
In due sensi. Il primo, ovvio, perchè efferata e basata sul senso di vendetta, vendetta, che lo stato non è tenuto a perpetrare. Il secondo, perchè la potrebbe applicare soltanto qualcosa di superiore all'uomo (e infallibile), quindi di letteralmente inumano.

Siccome non credo che Dio risieda in texas, ne che abbia lì una villetta per le vacanze, sono contro la pena di morte.

Non c'è storia, è inutile che si continui a dire "se t'ammazzano tua figlia". Se mi ammazzano mia figlia, non vedo perchè lo stato dovrebbe ammazzare a posto mio l'assassino. Lo ammazzo io che ci sta più sfizio.
Poi, ovviamente, mi costituirei, perchè sarei un assassino.
E' diverso dal pensare che prescrivere la morte per legge sia una cosa civile. Non lo è, lo stato non può arrogarsi il diritto di sottrarre la vita ad un essere umano, perchè lo stato non è infallibile e non è sopra l'uomo... casomai è sotto, dato che da esso deriva.

Sono d'accordo con Dante sulla rieducazione dei detenuti. Mi rendo conto che non è cosa facile, ma è la direzione da seguire.

Sottolineo, infine, che in Italia, se proprio c'è da inasprire qualche pena, questa dovrebbe essere quella per il falso in bilancio. Non credo che tre anni di arresti domiciliari bastino per chi brucia i risparmi di migliaia di famiglie per pura ingordigia personale.

Zio Benny ha detto...

Brellocco N° 8836

Zio Benny ha detto...

Contro le morti bianche
Firma anche tu la petizione per devolvere subito 100 milioni di euro, giunti nelle casse dello Stato dalle maggiori entrate, per assumere 1000 nuovi ispettori del lavoro.

La proposta parte dagli 8 assessori regionali al Lavoro della Campania (Gabriele), del Lazio (Tibaldi), della Sardegna (Salerno), Calabria (De Gaetano) della Puglia (Barbieri) della Basilicata (Chiurazzi) della Sicilia (Formica) e dell'Abruzzo (Fabiani).

Coinvolti anche i parlamentari della commissione lavoro alla Camera Rocchi, Burgio e De Cristofaro.

Gli esponenti delle istituzioni che promuovono l'iniziativa annunciano inoltre che da lunedì si stanno alternando in uno sciopero della fame contro l'assurda sequenza di morti bianche che sta investendo il paese.

Per chi volesse firmare la petizione basta andare sul sito:
www.esserecomunisti.it
e cliccare sul link "firma la petizione" che si trova a metà dell'home page a sinistra.

Tiziano ha detto...

Rispondo a "mmmm...." e qualche altro cog...one (mi scuso con chi gestisce il blog ma stavolta si sono superati) di documentarsi prima di scrivere baggianate... Andate a leggervi il caso specifico di di Kenneth Foster e poi parlate.
Io non so che numero sono, avendola spedita via posta al governatore.
Dico a Pierrot di imparare ad essere un pò più pratici, se c'è un'ingiustizia, se ci si crede e se si firma una petizione non è necessario elencare tutte le altre malefatte che avvengono per il mondo altimenti, a mio avviso, si sminuisce anche lo specifico caso di cui si parla in questo post.
Baci, Tiziano.
p.s. Spedirla per posta prioritaria costa solamente 85 centesimi.

amico di sfizio ha detto...

caro tiziano, mi dispiace ma a sto punto il c.... sei tu, e ti spiego pure perchè.
sfizio, o chi per esso, ha detto che se si sbagliava etc. etc.
ogni tanto uno scrive e interviene anche per documentarsi, non lo potete ogni volta aggredire, il mondo è bello perchè è vario e dal momento che qualcuno per noi ha lottato affinchè ci possa essere il diritto all'espressione dei propri pensieri, non vedo perchè voi ve la dovete sempre prendere con chi non la pensa come voi. mo sarà giusto o sbagliato, ognuno è libero di pensarla come vuole, e poi, vista la condizione delle carceri in italia, non penso che siano all'altezza della rieducazione delle persone che hanno sbagliato.
a riguardo di alcune pene, io penso che chi faccia falso in bilancio, meriti la pena di morte ( e non ridete perchè vi spiego perchè ).
vi siete mai chiesti come si sente uno a cui qualche stronzo ha rubato tutti i risparmi?
e se si suicidia?
a sto punto è meglio eliminare la causa, o no?
mo, per esempio, se quel ragazzo di pavia dovesse essere colpevole, dopo aver preso per c... mezza italia, voi che fareste, lo rieduchereste?
meno male che esiste la legge del carcere, e chi fa certe cose, altro che giustizia, gli fanno rimpiangere il giorno che sono nati!
comunque, come voi pretendete di veder rispettato il vostro pensiero, così dovete rispettare il pensiero degli altri. Capito?

al limite, si prova, educatamente a far canbiare idea.

aha ah aha ha ha detto...

scusa come era il sito ESSERI comunisti.it

Clandestino ha detto...

Carissimo amico di sfizio...

sono daccordo con te quando affermi "ogni tanto uno scrive e interviene anche per documentarsi".
Dico questo perchè ritengo sia un giusto modo per allargare i propri orizzonti.
In virtù di ciò, e rispettando le tue vedute, essendo addolorato sentirti estremo asservitore verso la pena capitale, cercherò di crearti qualche dubbio al fine di portarti a riflettere più a fondo e ravvedere le tue posizioni.

Vediamo assieme almeno tre punti sui quali vale la pena soffermarsi:

1- la pena capitale è una punizione crudele, inumana e degradante ormai superata, abolita de jure (per legge) o de facto (per prassi) da più della metà dei paesi nel mondo.

2- La pena capitale è una violazione dei diritti umani fondamentali, che non può offrire alcun contributo costruttivo agli sforzi della società nella lotta contro il crimine violento ed è priva di effetto deterrente.

3- La pena di morte viola il diritto alla vita, è irrevocabile e può essere inflitta a innocenti.

_I progressi mondiali verso l'abolizione:
La tendenza mondiale verso l’abolizione della pena di morte ha conosciuto negli anni ’90 una decisa accelerazione sostenuta dai principali organismi internazionali. A partire dal 1997, la Commissione delle Nazioni Unite sui diritti umani approva annualmente una risoluzione sulla pena di morte sollecitando tutti gli Stati che ancora la prevedono, a istituire una moratoria sulle esecuzioni, in vista della successiva abolizione.
Una volta abolita, la pena di morte è raramente reintrodotta. Dal 1985, più di 55 paesi hanno abolito la pena di morte nella legge. Oppure, avendola abolita in precedenza solo per i crimini ordinari, hanno provveduto ad eliminarla per tutti i crimini. Durante lo stesso periodo, soltanto quattro paesi abolizionisti hanno reintrodotto la pena capitale: il Nepal e le Filippine (che l’hanno poi nuovamente abolita), il Gambia e la Nuova Guinea (dove non sono state registrate esecuzioni).
Se ci si muove tutti in questo modo, credo che la civiltà mondiale di passi avanti ne abbia fatti parecchi.
Oppure devo credere che stiamo facendo un errore di scala mondiale?

_la deterrenza:
Diversi studi scientifici hanno dimostrato che non esistono prove certe che la pena capitale sia un deterrente più efficace rispetto ad altre punizioni. L'indagine più recente sulla relazione tra pena capitale e tasso di omicidi, condotta dalle Nazioni Unite nel 1998 e aggiornata nel 2002, conclude che: “...non è prudente accettare l'ipotesi che la pena di morte abbia un effetto deterrente in misura marginalmente più grande che la minaccia e l'applicazione di una presunta punizione minore quale l'ergastolo.”
Esaminando le relazioni tra i cambiamenti dell’uso della pena capitale e il tasso di criminalità, la stessa indagine nelle Nazioni Unite, citata nel paragrafo della deterrenza, dichiara successivamente che: “Il fatto che tutti gli elementi continuino a puntare nella stessa direzione indica una convincente prova a priori che i paesi non devono temere cambiamenti seri e improvvisi nel tasso di criminalità se riducono la loro fiducia nella pena di morte.”
I dati più recenti sul tasso di criminalità nei paesi abolizionisti dimostrano che l'abolizione non ha effetti dannosi, ossia non producono un maggior numero di crimini. In Canada, ad esempio, il tasso di omicidi per 100.000 persone è sceso dal valore di 3,09 nel 1975, un anno prima dell'abolizione della pena capitale per omicidio, al valore di 2,41 nel 1980 e, da allora, continua a scendere. Nel 2003, 27 anni dopo l'abolizione, il tasso di omicidi era dell'1,73 per 100.000 persone, il 44% in meno rispetto al 1975 e il valore più basso delle ultime tre decadi. Sebbene il tasso sia aumentato a 2,0 nel 2005, resta sempre un terzo più basso dal momento in cui la pena di morte è stata abolita.

_gli innocenti:
Ovunque la pena di morte sia applicata il rischio di mettere a morte persone innocenti non può essere eliminato. Dal 1973 in Usa sono stati rilasciati 123 prigionieri dal braccio della morte dopo che erano emerse nuove prove della loro innocenza. Di questi, sei nel 2004, due nel 2005 e uno nel 2006. Alcuni di questi prigionieri sono arrivati ad un passo dall’esecuzione dopo aver trascorso molti anni nel braccio della morte. In ognuno di questi casi sono emerse caratteristiche simili e ricorrenti: indagini poco accurate da parte della polizia, assistenza legale inadeguata, utilizzo di testimoni non affidabili e di prove o confessioni poco attendibili. Ma non solo, in Usa purtroppo sono diversi i casi di prigionieri messi a morte nonostante l’esistenza di molti dubbi sulla loro colpevolezza. La Florida ha il più alto numero di innocenti condannati a morte e in seguito rilasciati, sono ventidue dal 1973.
Ma il problema della potenziale esecuzione di un innocente non è solo limitato agli Usa. Nel 2006, in Tanzania, è stato rilasciato Hassan Mohamed Mtepeka, condannato a morte nel 2004 per lo stupro e l’omicidio della figliastra. La Corte d’appello ha dichiarato che la sua condanna si fondava in maniera indiscutibile su prove indiziarie che “non ne indicavano con certezza assoluta la colpevolezza”. In Giamaica, Carl McHargh è stato rilasciato dal braccio della morte nel mese di giugno del 2006 dopo essere stato assolto in appello.

Aggiungo un altro dato "mostruoso":
dal 1990 sono state documentate 53 esecuzioni di minorenni in nove paesi: Arabia Saudita, Cina, Repubblica Democratica del Congo, Iran, Nigeria, Pakistan, Usa, Sudan e Yemen. Quattro di questi, Cina, Pakistan, Usa e Yemen hanno alzato a 18 anni l’età minima per essere condannati a morte.
Gli Usa e l’Iran hanno eseguito più condanne a morte di minorenni del resto dei paesi messi insieme e oggi l’Iran ha purtroppo superato le 19 esecuzioni avvenute in Usa dal 1990. Tuttavia, in Usa, grazie anche alla campagna di Amnesty International, nel 2005 la Corte suprema ha dichiarato incostituzionale l’applicazione della pena di morte per i minorenni all’epoca del reato, allineando in questo modo la legislazione americana con gli standard internazionali riconosciuti.
Minorenni colpevoli di reato capisci? Quante stronzate abbiamo fatto da piccoli, senza capire cosa stavamo facendo?
E per stronzate adolescenziali, cessi di vivere. Per sempre.

Concludo...
per tutti questi motivi sono fortemente contrario alla pena di morte, ma non per questo mi sento innocentista.
Se uno sbaglia deve pagare. 20,30, 50 anni...l'ergastolo. Qualunque cosa, ma mai e assolutamente mai, la pena di morte.

ps- per il falso in bilancio credo che 30 anni di carcere potrebbe essere un buon deterrente, ma ultimamente in Italia pare addirittura sia diventato un reato impunibile penalmente.

Ti saluto con affetto...

amico degli amici di sfizio ha detto...

e ci voleva tanto? spiegare senza offendere! bravo a clandestino!!
peccato che resti sempre della stessa opinione, o meglio, un tantino cambiata, perchè adesso, dopo il tuo post, penso che la pena di morte, sia giusta in presenza di flagranza ( si scrive così, no? ) del reato.
comunque, con i metodi che ci sono adesso, con la scienza, è difficile sbagliare...ma nel dubbio.....

Anonimo ha detto...

nel dubbio lo sgozziamo?
Spero di aver capito male.

Carmelo ha detto...

Nel caso di Kenneth, no!
Non c'è dubbio, non c'è "errore", lui per la legge americana NON ha commesso alcun reato tranne quello di guidare l'automobile di chi, a sua insaputa, ha assassinato un uomo durante una rapina.
Kenneth NON ha ucciso nessuno, eppure il 30 agosto verrà ammazzato dallo stato americano. Uno stato crudele, con leggi assurde, a cui tutto il mondo guarda con reverenza e che tutto il mondo vuole imitare.
Per giunta è lo stesso stato che si è messo in testa di "esportare la democrazia".
Come se l'Italia si mettesse in testa di esportare la legalità, quando ha 25 parlamentari(oops, no 24, perchè qualche codardo si è dimesso...) condannati in terzo grado.

Pierrot ha detto...

Questa dell’arizona è fenomenale!
ARIZONA
- A Cottonwood, è proibito fare l'amore all'interno di un'auto con uno pneumatico sgonfio. Per coloro che vengono sorpresi a fare l'amore sul sedile anteriore di una macchina parcheggiata con le gomme a terra è prevista una multa di 25 dollari

Clandestì, ma te le sei inventate?
…questione di aria, pressione, rimbalzi della stessa auto, il Professor Frantz potrebbe aiutarci se solo non fosse dietro le sbarre.
Ciao di lacrime e sorrisi a tutti,
Pierrot

Zio Benny ha detto...

Si il sito è:
WWW.ESSERECOMUNISTI.IT scritto in piccolo.
Su questo tema, che anche nel nostro paesello ha fatto le sue vittime, ci trovo poco da ridere.
POVERO IMBECILLE!

italiano serio, non voi ha detto...

peò rompete tanto le balle contro la pena di morte e poi cantate "...uno, cento, mille nassirya..."
ma andate a cagher

Anonimo ha detto...

lasciatemiiiii cantaaaaaaareeeeee, perch ne sono fiero, sono un italiano... un italiano vero!


Ma che cavolo c'entra Nassiriya adesso? Quel coro l'abbiamo cantato noi che scriviamo qui? Ma che stai a dì? Ma a che ti stai aggrappando? Ma che c'entra? Ma fate pace con la logica dio santo.

molto serio ha detto...

però inneggia alla morte di innocenti e ne infanga altre
alla faccia della vostra coerenza

Anonimo ha detto...

Mi dici dove abbiamo scritto 10 100 100 Nassirya? grazie tante. Mi dici dove abbbiamo deto che vogliamo vedere gli Italiani morti? Ma che hai letto? Cioè se 30 coglioni in una manifestazione se ne escono con quel coro ignobile, il suddetto coro ignobile deve essere attribuito anche a chi a quella manifiestazione nn c'er? E che tra l'altro sta parlando di tutt'altro? Ma sei mbriaco??

Lascia perdere, trovane un'altra. Cosi è troppo facile contraddirti.

Carmelo ha detto...

La lurida idiozia di parte.
La politica spicciola del bianco e nero, del nero contro il rosso.

Eccola, l'italietta, tanto presa dalla sua diaspora interna, che affonda le sue schifose radici in un ventennio da dimenticare, da perdere di vista i suoi problemi per soffermarsi su stupidaggini.

Se per questo, caro mio anonimo, mentre quei soldati, quelli di Nassiriya, venivano tumulati, con un funerale di stato, parlamentari della lega, allora al governo, stavano cantando "al rogo il tricolore".
Tricolore, sottolineo, in cui, le 19 salme, erano avvolte.

Di fronte a st'interventi fuori luogo, la mia capacità di capire le persone che mi circondano s'arresta.

Ma che vi prende?
Perchè non sosteniamo un dialogo serio?
E poi, chi ha detto che qui siamo tutti di sinistra e che, per giunta, l'essere contro la pena di morte debba essere una cosa da persone di sinistra?

anna ha detto...

9235...
ma ancora non basta..
che vinca la democrazia...

Prima Firma ha detto...

Mi allaccio al discorso di qualcuno qui sopra...

Prima al G8 a Genova i vostri amici lanciano estintori contro la polizia, poi cantate 10 - 100 - 1000 nassyria e poi mi venite a parlare della pena di morte...

Firmate firmate, io la mia firma non la metto mai perchè penso anche alla famiglia che ha subito l'omicidio e poi mi venite a dire ke qsto TIZIO non ne sapeva niente...

Allora propongo una raccolta firme per fare questo KENNETH santo.

Clandestino ha detto...

L'idiozia non ha confini.

Clandestino ha detto...

Inutile, mi scappa una stronzata per "italiano serio", "molto serio" e "prima firma"... non ce la faccio, per quanto stronzata sia, devo dircela:

immagino che tutti e tre (voi stessi, e non i vostri amici), il prossimo 15 settembre sarete in prima fila alla processione della SS Madonna del Colle.
Da bravi cristiani quali siete(sic).
In processione a seguire quella Madonna a cui, ingiustamente, ammazzarono il figlio.
In processione a seguire quella santa donna il cui strazio la portò, non alla vendetta, ma all'eterno perdono.

OOO ha detto...

ma cazzarola, sarò pur libero di essere a favore della pena di morte, o no?
ma che vi tolgo qualche pezzo del vostro falso buonismo?
per me chi si macchia del reato di stupro, violenze gravie e assassinii,
DEVE MORIRE

aaaaa ha detto...

e non ti preoccupare che non sarò, come fate voi, alla processione perchè un briciolo di coerenza mi è rimasta, io sono dalla parte del Dio del Vecchio Testamento.

bah! ha detto...

"Queste cose immalinconiscono, ma il mondo è multiforme, pertanto anche le leggi, da una cultura all’altra, assumono veramente curiosi significati..."
Prima cominciate il post dicendo che il mondo è multiforme e poi non lo accettate....

Clandestino ha detto...

Forse ci siamo...
ma specifichiamo alcune cose:

- sei libero nella maniera più asoluta di essere favorevole alla pena di morte, ma non di giustificare la scelta e tantomeno di classificare altre persone a seguito di "amici" di quelli che in piazza gridano 10.. 100.. eccc...;

- libero di non andare in processione... se è per questo neanch'io, per coerenza alla mia laicità (n'grazie a Dio), non ci sono mai andato;

- il post inizia dicendo "Kenneth Foster è detenuto nel braccio della morte in un carcere Texano".
Con "il mondo è multiforme..." inizia il commento di Pierrot, che è anche lui libero come te di dire la sua.

Per concludere:
- bastava che tu intervenivi dichiarandoti favorevole alla pena di morte, elencando magari i motivi che ti portano a tale scelta, evitando di enunciare paragoni assurdi quali "amici di..." e la discussione sarebbe stata enormemente più comprensibile.

Con questo credo che possiamo chiudere questa diatriba.
Non credi?

Tiziano ha detto...

Kenneth Foster il 30 viene ammazzato, firmate la pedizione...
Tiz.

Clandestino ha detto...

Buone notizie Tizià...
sulla pagina delle petizioni on-line, leggo parecchi nomi di Lenola.


Sarà anche un piccolo contributo ad un grande problema, ma resto convinto di due cose:

- una pietra gettata nel fiume, per quanto piccola essa sia, cambia il corso del fiume;

- la storia è fatta dagli uomini, essendo io un uomo posso cambiare la storia.

ps- chi non ha firmato, che lo faccia!

Pierrot ha detto...

Se potessi condannerei a: un mese in giro per Lenola con la scritta ANONIMO in fronte tutti quelli che non si sono mai firmati sui vari blog.
Non capisco il plurale:
Prima cominciate il post dicendo che il mondo è multiforme e poi non lo accettate....

Pierrot non è Hermano Querido.

il supplente ha detto...

Tiziano,
"petizione" e non "pedizione"
STOP

Petizione spedita ieri a mezzo fax
STOP

Complimenti e grazie a tutti voi per la spinta contributiva a questa giusta causa
STOP

Gli Hermani tutti promossi
STOP

Hermano querido ha detto...

Quelli che seguono sono alcuni brani dell'ultima letterà scritta da Kenneth e indirizzata a Grazia (membra del comitato Paul Rougeau che tiene contatti con il detenuto per conto dell'organizzazione).

Cara Grazia, ciao carissima amica. Prego che tu stia bene in spirito e salute al momento di aprire questa mia. Io continuo ad essere il soldato che sai :).
Ho ricevuto la tua ultima lettera e il tuo biglietto di felicitazioni per il matrimonio con Tasha (che ho inviato a Tasha). Grazie mille! Adesso ti aggiorno sulla situazione.

[...] La [ex] giudice [avvocatessa] Murphy ha ricevuto i fondi che le avete inviato. Sono stato MOLTO colpito dalla quantità di denaro che siete riusciti a raccogliere! Questo mi aiuterà moltissimo.

[...] La Corte Criminale d'Appello del Texas è in ferie in questo periodo. Non hanno ancora deciso in merito alla mia richieste per una sospensione dell'esecuzione.

Credo che tu sappia che dal 30 maggio ci sono state manifestazioni settimanali per me ad Austin. La CEDP (Campagna per Porre termine alla Pena di Morte) mi sta aiutando ad organizzarle e ci sarà un GROSSO evento il 21 luglio. [...]

Come sapete il mese appena trascorso è stato per me MOLTO impegnativo. So che il mio matrimonio ha colto tutti di sorpresa. Ha sorpreso anche me :) Ero di fronte ad una donna che non avrebbe accetto il 'NO' come una risposta. E' stato travolgente. Come se tutto si fosse messo in moto da solo. Tutto il tempo che abbiamo trascorso separati, tutti i guai svanirono quando ci trovammo gli occhi negli occhi.

E' stata un'impresa avere delle foto perché Tasha non aveva una macchina fotografica. Credo che lei ne abbia ottenute alcune dalla troupe televisiva italiana. Io ne ho avuta solo qualcuna. Spero però che Tasha ne possa far avere a voi tutti.

Così ora sono un uomo sposato e mi devo comportare come tale :). E' stato tutto così bello dal quel momento. Ne sto ancora parlando a ruota libera.

Tasha ritornerà qui il 20, si esibirà il 21 e resterà il 23 e il 24.

E... Nydesha è qui, e così Tasha potrà trascorrere del tempo con lei.

Il 21 e 22 giugno ho ricevuto una visita di Nydesha e di sua madre. Non vedevo Nicole dal 2001, la nostra visita è stata bella e profonda. Ho visto ancora Nydesha e mio nonno il 6 luglio. Sono state scattate delle foto, ve le manderò così tutti si potranno rendere conto di come la mia bambina sia diventata paffutella.

In occasione della prima visita, Nydesha non sapeva ancora che mi avevano fissato una data di esecuzione e ci arrovellammo per trovare il modo di dirglielo. Stabilimmo di aspettare qualche settimana per vedere se mi venisse concessa una sospensione. Ma avevamo sottovalutato Nydesha perché lei usa molto bene il computer e così ha visitato il mio sito Internet e l'ha scoperto da sola. Mio padre me l'ha scritto. Mi ha detto che l'ha presa bene e quando l'ho rivista il 6 luglio mi sono reso conto che era così. Era solo seccata che nessuno glielo avesse detto, ma le ho spiegato che aspettavamo notizie prima di dirglielo. Ha capito e, come pensavo, è pronta a battersi al nostro fianco. Agli incontri settimanali ad Austin ha un compito da svolgere: distribuisce volantini. Va in giro tra il vicinato a raccogliere firme. Non mi sarei aspettato di meno da lei. E' la mia anima gemella e so che condividiamo la stessa forza e gli stessi punti di vista. Forse tutti gli altri si stupiscono, ma non io. Quando è venuta a farmi visita la volta precedente, sua madre mi ha detto: "Tu e Nydesha avete una comunicazione telepatica". Ho sorriso e le ho chiesto se davvero se ne era accorta. Mi ha risposto di sì, che se ne rende conto quando Nydesha riceve le mie lettere. Non parla molto di queste lettere - le legge e ha questa comunione privata con me. Canterà una canzone e ballerà alla manifestazione del 21 luglio.

Cose meravigliose si stanno realizzando, Grazia.
Stiamo facendo la storia.

So anche delle vostre attività. So che è stato pubblicato un articolo su di me su un giornale importante, "Il Corriere della Sera". So che MOLTISSIMI italiani hanno vistato il mio sito "Free Kenneth" e lasciato messaggi. Ciò è meraviglioso e so che la mia amica Teresa Osta di Vercelli sta facendo altre cose per me. Mi ha scritto di essersi messa in contatto con te. E' davvero molto simpatica. Ha contattato Secondo per aiutare a sistemare il mio sito italiano. E' una pittrice [...] Sono circondato da tante persone dotate di talento. [...] So che gli Italiani [venuti in Texas alcune settimane fa con la troupe televisiva] hanno incontrato Tasha e torneranno a vedere Nicole e la mia famiglia. Ho detto loro di te e di come mi avete aiutato. Ti aspettavi qualcosa di meno da me? :) Ci sosterremo a vicenda sempre.

Ci sono così tante cose che avvengono in questo momento che potrei scrivere pagine e pagine. Oggi ci hanno messo in "lockdown" (*) e hanno iniziato velocemente la perquisizione dalla mia cella, perciò sono un po' stanco. Ma volevo scriverti comunque. Sembra che adesso mi scrivano più persone rispetto a prima. Sto facendo del mio meglio. [...]

Avvicinandosi la data può darsi che le mie lettere personali diminuiranno, a causa dei vari preparativi da fare, ma le persone come Tasha e Mary Felps saranno sempre in contatto con voi. Ascoltate ciò che loro dicono. Fatemi sapere qualsiasi progresso ottenuto da parte vostra. Chiudo per ora ma non siamo mai divisi! Datevi da fare per me.
La vittoria è ancora a portata di mano.

Sinceramente,
Kenneth

__________________________________
(*) Chiusura dei detenuti in cella per 24 ore al giorno per parecchi giorni di seguito, con stressanti perquisizioni.

Anonimo ha detto...

è così atroce pensare che qualcuno possa decidere la data di morte di altri con freddezza e con la legge dalla propria parte, per lavoro, decidere di mandare a morte qualcuno in una data qualsiasi e poi ordinare un cappuccino magari, prima della causa successiva...è squallido, davvero...ed è così semplicemente umano, ma tutt'altro che scontato, invece trovare tanta speranza e gratitudine e forza in un uomo che deve dir tutto quello che può, che ha dentro, perchè sa quanti giorni gli restano...che tristezza...forse non servirà, ma tra le vostre c'è anche la mia firma...

Anonimo ha detto...

Ciao Dà!
Ma visto che scrivi un sacco di stronzate su tutti i blog esitenti a Lenola (e tu a Lenola non ci sei mai) penso che sia arrivato il momento di avvicinarsi!
Ho saputo a malincuore che il Caffè Cagliostro è in procinto di chiusura, perchè nn c fai un pensierino e te lo gestisci tu??
Con te a Lenola sicuramente ne vedremo delle belle!!

Ovviamente non voglio rubare il tuo tempo che usi per andare a vedere quei famosi gruppi conosciti da tutti....i frequentatori dei centri sociali di Roma!!

Ciao Noel

ZioDave ha detto...

forse è la speranza l'ultima a morire. ma come vediamo ci sono state, ci sono e ci saranno sempre persone che desiderano la morte di un fratello. e secondo me sono più esse che le persone coinvolte strettamente in questo caso. io l'ho messa la firma... non perché quest'uomo (assassino o no) non meriti la morte ma ho messo la firma per una vita. ci sono tante persone che, nei miei occhi, non meriterebbero di vivere la loro quodidianità su questo pianeta ma NON MI PERMETTO di decidere sulla loro vita perché non ho il DIRITTO di farlo. non ho il diritto perché sono solo uno tra 6 milliardi di animali su questa terra di qui nessuno è capace di immaginare nemmeno cose come l'infinità ad esmpio. perchè allora lo stato texano ... come tanti altri sul mondo... si prende questo diritto di essere superiore a tutte le forze che stanno oltre la vita? perché dobbiamo rispondere su uno sbaglio di un animale con lo stesso? forse perché non siamo meglio di quello li!

Roberto ha detto...

ho firmato anche io la petizione.
Non entro nel dibattito sulla pena di morte in quanto mi sembra che sia già stato detto tutto.
Per gli italiani morti a Nassirya è davvero ridicolo accostare noi con chi grida quei slogan bastardi mentre sarebbe interessante aprire una discussione sul fatto che che chi li ha mandati in quella guerra inutile se ne sta in vacanza in Sardegna a fare il maiale con le veline senza nessun senso di colpa.....

ma va? ha detto...

ma al concerto dei modena?
di certo non cantavo io quelle stronzate!!

StarmanBlogger ha detto...

# 10106

Dante ha detto...

PENA DI MORTE ANNULLATA!! Non mi pare vero!! Bye bye boia.

http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/esteri/kenneth-foster/pena-commutata/pena-commutata.html

StarmanBlogger ha detto...

Yeaaaahhhhhhh!

Felice di vivere nel mondo dei balocchi!

Tiorbarrabbiata ha detto...

Dai Kenneth...forza Kenneth!