martedì 12 giugno 2007

APPROVATA LA MORATORIA SUI PROCESSI DI PRIVATIZZAZIONE DELL'ACQUA


E' stato approvato dalla Camera dei Deputati l'emendamento al Disegno di Legge Bersani contenente il provvedimento di moratoria sui processi di privatizzazione dell'acqua.
L'emendamento prevede che, fino all'approvazione di una nuova normativa, in attuazione dei decreti correttivi del decreto ambientale, relativa alla gestione del servizio idrico integrato, siano sospesi tutti gli affidamenti a soggetti privati, compresi quelli attualmente in corso.

Il Parlamento dunque recepisce quanto da tempo i movimenti per l'acqua chiedono, attraverso le mobilitazioni territoriali e la campagna nazionale di raccolta firme per una nuova legge d'iniziativa popolare per la ripubblicizzazione dell'acqua.

L'approvazione della moratoria dimostra una volta di più le ragioni del Forum dei Movimenti per l'Acqua che dal gennaio scorso ha iniziato una campagna di raccolta firme - ormai giunta sopra le 300.000 firme - per chiedere che l'intero ciclo dell'acqua sia tolto dal mercato e restituito, come bene comune e risorsa da conservare, allo spazio pubblico e alle comunità locali per una gestione che sia pubblica e partecipativa.

34 commenti:

Clandestino ha detto...

DELL'ACQUA"
1 commento - Mostra post originale

Clandestino ha detto...
...bene, ora aspettiamo con ansia che venga approvata anche al Senato.
Un primo grande passo verso la direzione di normative che tengano conto che l'acqua un bene comune.

idraulico compresso ha detto...

...infatti solo questo governo poteva approvare qualcosa che riguarda un elemento che tanto gli si addice in questo momento......FANNO ACQUA DA TUTTE LE PARTI!!!!

hahahahahahahahahahahahA

moroso ha detto...

imparate a pagarla...l' acqua!!

costotroppo e non mi compra nessuno ha detto...

si, poi impareremo a pagare l'aria e infine la pisella...O ò misà che ci siamo già arrivati è!!

moroso ha detto...

a me ancora la danno gratis!

icaro ha detto...

Questa è una notizia veramente importante. Finalmente si mette uno stop alla tendenza che ormai da tempo imperversava in Italia. Ma state sicuri, la lotta non si ferma qui. Dopo la moratoria è necessario mettere dei paletti per il futuro, dal punto di vista di possibili "ritorni" alla privatizzazione, ma anche per costringere le autorità locali a provvedere all'efficienza delle reti idriche. Poi lancio una piccola polemica: siete sicuri che l'acqua costi così tanto?

Carmelo ha detto...

Si, Icaro,
sono d'accordo.
Soprattutto per il prezzo dell'acqua.
Qualche commento che ti ha preceduto sembra fatto da un bambino o da un frustrato, che ora vede le casse del proprio paladino Senatore della repubblica Fazzone (alias "stong dend"), fare acqua.
Voglio vedere quanti di noi, sono in grado di andare al bar o al ristorante e chiedere acqua del rubinetto, invece che imbottigliata, per esempio.
I fatturati delle multinazionali che commerciano acqua fanno paura.
Dobbiamo renderci conto, che acqualatrina per buonaparte appartiene ad una multinazionale francese.

Questo vuol dire che se oggi al bar chiedessi un bicchiere d'acqua del rubinetto sarebbe sempre una multinazionale a vendermelo.
Che il governo faccia acqua o meno, che ci siano i bianchi, i rossi o i paonazzi non me ne importa assolutamente niente.

Le nubi, la neve, la pioggia, i fiumi e le falde acquifere non gliel'ha lasciate mica il padre al senatore Fazzone!

Riflettete gente, e informatevi.

fiero di essere coerente ha detto...

io penso caro carmelo, che tu sia troppo piccolo per ricordare cosa succedeva ai tempi del consorzio aurunci.
l' acqua costa tanto perchè come al solito c'è chi la paga e chi no, ai tempi degli aurunci, sai quanta gente aveva il contatore bloccato, o non aveva proprio il contatore e dichiarava di usare l'acqua del pozzo, con il derivante danno pure riguardo il mancato pagamento delle spese di fognatura e depurazione.
forse tu non sai che a seguito della privatizzazione dell' acqua, molti "LADRI DI ACQUA" alla fine l' hanno dovuta pagare, e si sono cominciati a lamentare, non ci facciamo ingannare da tutto il polverone politico che poi si è alzato, perchè se al posto del vostro tanto ODIATO FAZZONE, ci stava qualcuno di sinistra, col cXXXX che vi lamentavate, e allora cercate di essere un po'' più realisti, sappiate che non è l' acqua che costa tanto, ma la manutenzione della rete idrica, le pompe di sollevamento, la gestione della depurazione, i vari spurghi, la gestione delle fogne, NON VOGLIAMO PAGARE PIU' per queste cose? e poi ci lamentiamo che a volte dopo danni accaduti su una conduttura, passano svariati giorni prima che il tutto venga ripristinato!!! ma vi siete chiesti quanto costa portare l' acqua a lenola con le autobotti quando c'è qualche interruzione del flusso idrico? vogliamo poi aprire un altro sermone sulla illegale presenza di cisterne e serbatoi?
sapete che chi ha queste cose danneggia chi non ha lo spazio o soldi per permettersele?
esempio: se ne va l'acqua, giustamente non ci regoliamo nell' uso perchè "PRIM' CHE S' SVAGANT'N' I SERBATOI E L'C'STERN'......
arrivano le autobotti a caricare il serbatoio pubblico però l'acqua finisce subito perchè appena ritorna il flusso, l'acqua che non si usa al momento viene comunque depositata nei vari serbatoi e cisterne, alla faccia di chi va a cacare e non puo' tirare la catena.
non sono uscito fuori argomento....
sappiate che l' acqua la paghiamo cara perchè ne facciamo un uso a volte improprio, a volte per farla uscire calda, avendo una caldaia difettosa, sperperiamo centinaia di litri di acqua inutile, per farci una doccia, che dicono sia il modo più economico di lavarsi, consumiamo il doppio di quanto si potrebbe, ci laviamo i denti e lasciamo l' acqua a correre inutilmente, innaffiamo l' orto quando c'è carenza di acqua......fondamentalmente ce la cerchiamo, e allora al posto di dare giudizi affrettati e trovare sempre il capro espiatorio FAZZONE da colpire, azionate il cervello..... a meno che non ce l'avete "annacquato".
l' acqua è si un bene pubblico, ma SI DEVE PAGARE come tutti i servizi di cui usufruiamo, se poi dobbiamo attivare uno stato assistenzialista che non ci fa pagare un cXXXXX, e molti sinistroidi senza voglia di lavorare questo cercano, CARI MIEI AVETE SBAGLIATO NAZIONE!!! ANDATEVENE O IN CINA O A CUBA......ah dimenticavo, se partite è inutile che vi portate il computer, perchè COL CXXXXX VI FANNO USARE INTERNET!!!!!!!

Non mi firmo perchè tanto comunque si evince dal modo di scrivere, a chi appartiene questo pensiero libero, esternato in luogo libero, frequentato da persone libere.......libere di dire quello che pensano senza che nessuno venga e ti metta poi al gabbio!!
Signori siamo in ITALIA, ne a Cuba ne in Cina e neppure in uno di quei tanti posti "SINISTRI" che appartengono al vostro "SINISTRO" immaginario idealista del CXXXXX!!!

icaro ha detto...

caro coerente,condivido alcune cose che hai scritto, ma non riesco a collegare sinistra e cattivi pagatori. perdonami, forse è un mio limite... quando ho parlato del prezzo dell'acqua intendevo dire che è giusto pagare congruamente al suo valore. il suo valore è alto. il punto è che i soldi spesi per il servizio devono essere necessariamente buona parte reinvestiti nella rete stessa. non ci può essere alcun tipo di speculazione. io non entro nel merito del paese, nè dell'amato-odiato Fazzone, non essendo lenolese, ma mettendomi nei panni di un gestore onesto, la mia prima mossa sarebbe di pubblicare in modo trasparente alla popolazione il bilancio dell'ente, ma anche gli interventi sulla rete realizzati, con relative spese. Il servizio non si misura solo con il prezzo, ma anche con l'efficienza, la trasparenza, la sicurezza (del servizio e della pena in caso di mancato pagamento) e il reinvestimento degli utili sulla rete. un servizio efficiente è un servizio che invoglia la gente comune alla partecipazione, soprattutto tributaria.

IL COERENTE ha detto...

caro icaro, se parlo in quel modo, lo faccio con cognizione di causa perchè purtroppo , su 10 persone che si lamentano, 8 sono di sinistra e so di sicuro che l'acqua prima non la pagavano, perciò non me ne volere! quello di sinistra è uno stile di vita e di pretese che non condivido, sappi che io, avendo sempre pagato l'acqua, avendo sempre correttamente comunicato la lettura, non ho mai avuto brutte sorprese! è bello stare per 5 anni senza fare le letture e pagare 10 € alla volta di bolletta, è normale che poi ti arriva tutto insieme, e poi qua non si sta giustificando l' alto prezzo dell' acqua, ma è giusto far sapere alla gente che il prezzo dell' acqua deve essere uguale per tutti i comuni che appartengono ad Acqualatina, torno a ripetere, è normale che poi chi non ha mai pagato, o comunque ha pagato solo quote simboliche, impari a pagare il giusto dovuto.
Poi non dobbiamo andare a sindacare quanto guadagnano i dipendenti, i funzionari, i quadri; ma secondo voi gli stipendi non si desumono da un contratto di lavoro sindacale?
E poi basta, non dobbiamo andare a contestare il principio da cui è scaturita la nascita di Acqualatina, e cioè un diritto di equità di trattamento, un diritto di equità sociale. Ma come, vi riempite sempre la bocca CON IL SOCIALE, e quando qualcuno fa qualcosa di SOCIALE, e cioè pagare tutti per pagare meno?

Clandestino ha detto...

Carissimo fiero di essere coerente...
visto che fai riferimento all'età ti rispondo essendo più grande di Carmelo e la capoccia ancora mi assiste per ricordare la gestione Aurunca.
Ad occhio e croce posso dirti con certezza che non tutte le persone che non pagavano l'acqua e che bloccavano i contatori erano di sinistra.

Sempre ad occhio e croce posso garantirti che non tutte le persone che trafugavano e trafugano l'acqua con i serbatoi (praticamente tutta Lenola) sono di sinistra.
E pensandoci bene, visto i dai dati delle ultime comunali, posso certificarti che la stragrande maggioranza è di destra.

Sempre ad occhio e croce, posso garantirti che sia a destra che a sinistra si difetta enormemente nel rispetto delle regole, facilmente conducibili al buonsenso, per il risparmio idrico non solo nell'uso quotidiano.

Infine, e qui non è questione di avere una certa età per ricordare ciò che è attuale, ti informo che nessuno di quelli che hanno firmato la petizione per l'acqua a gestione pubblica (e non privata) hanno firmato in modo da non pagare il consumo dell'acqua e tutti i servizi annessi.

ps- Cuba attualmente non m'interessa visitarla, la Cina si (meglio tenersi informati su quello che succede) e se sei propenso a pagarmi anche solo il biglietto di andata, credimi, vado volentieri.

ancor più coerente ha detto...

possiamo andare insieme, allora!
ti accompagno e ti vengo poi a riprendere!
che dici, in Cina dopo Tienammen, ci sta l'acqua o ci stanno ancora i carrarmati che difendono la libertà di pensiero e di espressione!?!?!
se sbaglio stiamo parlando della Cina, paese in cui i diritti civili vengono prima di tutto?

P.s. molti di sinistra a Lenola hanno votato a destra, vedasi percentuale bulgara, perchè evidentemente avevano qualche ticket da pagare!

capisc' a me?

o a Lenola siamo tutti di destra?

se permetti poi, fa più notizia il cane che morde il padrone o viceversa?
ti spiego!
sai quante persone di sinistra conosco che eludono le tasse anche professando la loro cultura sinistroida?

se vuoi ti faccio i nomi!

quante badanti ci sono a Lenola?
quante di queste sono in regola?
quanti lenolesi di sinistra hanno o le badanti o le cameriere in casa?
ti assicuro che non sono di destra!!!
questo è solo un esempio!!!
ti prego poi di non stuzzicarmi ulteriormente perchè a me non piace uscire sul giornale per le verità nascoste!!!!

Clandestino ha detto...

Carissimo amico che più coerente di così si muore...

- in Cina assime sarebbe sicuramente un successo. Per entrambi naturalmente.

- chi parla a sinistra e vive la vita a destra (e a destra ci vota pure) è di destra e non di sinistra.
Per essere di sinistra non basta avere sotto il braccio un giornale sinistroide.
Tu eri di sinistra e da tempo sei di destra, senza nasconderlo ma urlandolo fieramente ai quattro venti. E per questo, e per il fatto che a volte fai anche cose di sinistra, che continuo ad avere nei tuoi confronti una certa stima, nonostante le idee diverse.

-personalmente, per motivi logistici, mi sono rivolto da tempo ad una colf con servizio settimanale.
Ma questo non vuol dire che non sono comunista.

Sei troppo attendo per non sapere che oramai diffusamente ci si schiera per opportunità, per servilismo o cotardia.
Trovo inutile quindi confrontarci sull'essere e l'apparire politico.

Un abbraccio fraterno a te,
e ai comuni progetti futuri

benito, il coerente ha detto...

secondo me hai avuto un abbaglio, non sono chi credi che io sia!

e ti assicuro che poi sono sempre stato di destra, grazie per il fraterno saluto che ricambio con un:

A noi! BOIA CHI MOLLA!

Clandestino ha detto...

....evidentemente ho toppato persona (comunque quella giusta leggerà e valuterà, se non l'ha già fatto).

Vorrà dire che in Cina ci andrò da solo.

Ancora un abbraccio fraterno...
a presto

ps- anche io non mollo, ma ho troppo rispetto per il boia (un mestieraccio).

dalla piazza ha detto...

clandestinooooo

n'n m' mett' ammezz' aij 'mpicc'

Danilo

Pilù ha detto...

Eccomi!
Uno di quelli che ha firmato per la ripubblicizzazione dell'acqua.
Signor coerente,
io non rappresento nessuno. Voglio parlare per me. Tu invece siccome non riesci nemmeno a firmarti vuoi parlare per gli altri e usi le solite categorie: Sinistroidi, sfaticati eccetera. Forse qualcosa di sinistra ce l'avrò pure ma non credere che abbia tessere in partiti o che Cuba e Cina siano i miei posti preferiti. Però ti dirò che co sta cosa della libertà a pagamento abbiamo perso la bussola.
Se mi ammoalo a Cuba ho molte possibilità di essere curato. se mi succede negli States devo prima discutere con l'assicurazione. Tanto per dirti che non tutto è bianco e nero la restrizione della libertà di espressione che avviene a Cuba seppur non accettata da me è stato un atto difensivo contro le infiltrazioni degli "americani" che sono arrivati a compiere anche attacchi terroristici nell'Isola dove un italiano perse la vita. Ma questo tendiamo a dimenticarlo. Non è facile sopravvivere sotto l'assedio della potenza mondiale.
Poi ti volevo far notare che la mia famiglia l'acqua l'ha sempre pagata purtroppo, e io lavoro da quando ho 12 anni. Quindi pesa le tue parole prima di esporle.

Pilù ha detto...

A proposito di acqua:

-Il 49% dellle azioni Acqualatina S.P.A. sono in mano a Veolia che insieme a SuezLyonnaise e altra multinazionali ormai governano la risorsa idrica del pianeta.

-Negli ultimi anni il valore di Veolia è quadruplicato. Ciononostante
ha dichiarato di essere indebitata e i sindaci chissà perchè sono accorsi rimediando 14 milioni di euro dalle NOSTRE TASCHE.

-Coloro che fanno parte del consiglio d'amministrazione(politici) e i manager si pappano più di un milione di euro l'anno.

-Circa un miliardo e mezzo della popolazione mondiale non ha accesso all'acqua potabile (non si tratta solo di carenze per siccità).


qui qualcuno ha voglia di scherzare
ma mi dite cosa c'è da stare allegri in tutto questo progetto neocolonialista?

Carmelo ha detto...

Volevo rispondere al coerente che più coerente non si può...
...ma Pilù tu l'hai fatto degnamente snocciolando i dati che stavo per snocciolare io.
Bravo!
Oltre a ricordare che in casa mia, abbiamo pagato sempre tutto (canone compreso!!!), ricordo al coerentissimo

(ah per inciso:
ti assicuro che non sono di destra!!!
BOIA CHI MOLLA!!! )

sisi coerentissimo...

...dicevo,
che seppur piccolo mi informo e leggo.

Le dinamiche dell'evasione che descrivi sono dovuto alla politica clientelare portata avanti dalla DC, giustificata dal PSI e portata a compimento dal vaticano. Ecco il male degli ultimi 50 anni d'Italia.
Ma questo è ancora un altro discorso che, se ti palesi, possiamo discutere davanti ad un caffè.
Intanto ti dico che le mie cervella girano anche troppo forte, che come dice Pilù, noi ci possiamo firmare perchè non abbiamo nulla da nascondere nè interessi da coltivare e che se le tue orgomentazioni continuano a girare attorno alla Cina (esempio ormai abusato da chi non capisce un beato nulla di storia e geopolitica) allora quello che si deve informare e guardare un pò più lontanto del regno di Fazzone il Magnifico, sei proprio tu.

Anonimo ha detto...

e bell a carmel'

dalla piazza hi hi hi ha detto...

secondo me Fazzone ve lo sognate pure la notte!!!

n m pozzu lava'... ha detto...

FIERO DI ESSERE COERENTE...E ANCHE IGNORANTE!!! Se tu partissi dal concetto che l'acqua non è un bene pubblico ma un "diritto" la penseresti in modo diverso. Per aggiustare le condutture e le pompe di al tuo "amico" Fazzone di sborsare parte dei 100.000 euro l'anno che percepisce da Acqualatina oppure, quando non c'è acqua, andiamo tutti a tuffarci nella magnifica piscina che, sempre il tuo amico, ha sotto casa dichiarata però come vasca di contenimento. Noi sinistroidi saremo anche illusi ma ignoranti come voi in giro ce ne sono a valanghe, purtroppo.

altroche se coerente ha detto...

intanto ignorante e, visto che non ti lavi, puzzolente che non sei altro, io non ho offeso nessuno.
detto questo, quando scrivi sui blog, l' acqua usala per lavarti la bocca prima di parlare.
PIRLA

ELCHE ha detto...

ti pareva che la colpa non era di quelli di sinistra !!!
ma ti pare che adesso l'acqua a Lenola non arriva perchè quelli di sinistra non la pagavano e poi c'hanno le badanti???
Caro Coerente non sarai ignorante ma non sei nemmeno serio e comunque se tu preferisci avere Acqualatina (poca acqua e molto latina!!!) sappi che migliaia di persone hanno firmato per uscirne.
io ho proposto nel sito del gruppo di minoranza di far mettere all'ordine del giorno nel prossimo consiglio comunale una mozione in cui si chiede di uscire da Aqualatina. Vediamo che fanno pure loro. Se sarà possibile farlo andremo tutti quel giorno sul comune a vedere in faccia chi vota SI e chi vota NO e magari alle prossime elezioni ce lo ricorderemo.

Anonimo ha detto...

tanto nui l'acqua o pubblica o privata nn la tenemo lu stesso....ahahaha

ELCHE ha detto...

Non speravo di ottenere qualcosa così presto: leggo dal blog gruppominoranzalenola.blogspot.com/ che giovedì 21 giugno alle 19.30 ci sarà il consiglio comunale con all'ordine del giorno una mozione presentata dalla minoranza a difesa della gestione pubblica dell'acqua. Visto che gli hermanos ed altri qui si sono a favore di questo argomento (anche con post appositi) perchè non andiamo tutti a questo consiglio comunale a vedere che succede? Se davvero ci interessa l'acqua pubblica non possiamo mancare. Se poi stiamo qui a fare i "professori" allora è un altro conto.

annetta ha detto...

A proposito del prezzo dell'acqua....
è possibile che io debba pagare una bolletta dell'Acqua Latina di 800 EURO..ma che scherziamo!...bisogna lavorarci un mese e più per guadagnarseli ...e non è che non abbia pagato le bollette precendenti,anzi, ho sempre pagato in media sulle 200 EURO a bolletta..nonostante a casa mia l'acqua arrivi un'ora (cronometrata) la mattina e neanche tutti i giorni..
e..al 2007..nella mia zona non c'è neanche il servizio di fognatura(nonostante la raccolta firme e un progetto attuato)..i lavori sarebbero iniziati a settembbre 2006!..ma ancora non non vedo niente in atto..l'unica cosa in cui vedo chiaro è che ho una bolletta di 800 euro e l'ufficio di San Martino dell'Acqua Latina chiuso il mercoledì alle 11e30 e fuori la porta scritto in grande:APERTO (solo) IL MERCOLEDì DALLE 8e30 ALLE 12e30..io ero andata lì per contestare la bolletta!!e poi al numero verde si sono giustificati dicendomi che negli anni scorsi io ho pagato delle stime( di 200 euro)..non è vero perchè gli mandavamo la lettura!..ma a che pensavano allora quando gli mandavamo la lettura..ve lo dico io..pensavano a come 'fregare' (scusate la rozzezza ma ci sta proprio!)la povera gente..per non parlare poi degli operatori locali..maleducati e prepotenti, che se gli chiedi perchè a casa mia l'acqua non arriva mai ti rispondono (e ti ridono in faccia,loro) che stiamo troppo alti e non c'è abbastanza pressione..basta..non voglio aggiungere altro..ho dato sfogo a tutta la mia indignazione verso un servizio che voglio pagare, ma al giusto prezzo e per giusta causa!!..mi firmo perchè non ho nulla da nascondere,anzi tanto da far notare alla gente che è ai vertici del potere pubblico, e, tanto per aggiungerne un'altra, abito in una zona in cui non c'è l'illuminazione pubblica, e io ho paura di tornare a casa la sera tardi da sola, ai giorni d'oggi!!(ma tanto ce la stanno promettendo da 20 anni..prima o poi arriverà..ci sono delle priorità..ed è giusto così)!!!

Carmelo ha detto...

Inutile dire, cara Annetta, che col tuo intervento hai detto molto di più che in tutti i 26 precedenti.
La situazione è questa qui, gente, ci fanno la cresta gli zozzi.
E poi non venitemi a raccontare che sono "quelli di sinistra" che non pagano le bollette. tze.
Stiamo parlando di 800 euro, 800!
E anzi, mi permetto anche di addurre una possibile causa alla tua bolletta salatissima, cara Anna.
L'aria nelle tubature!
Più sei lontana dalla condotta principale in pressione e più, quando mandano l'acqua, ti arriva una quota parte di aria.
Questo fenomeno si ripresenta ad ogni apertura, quindi ogni volta che aprono e chiudono l'acqua, tu devi pagare un tot di metricubi di aria. A maggior ragione che sei più su degli altri.
Sappi, quindi, che ti conviene respirare lontano dai rubinetti, perchè acqualatina sta aprendo una nuova holding...
ARIAlatina
...

Anonimo ha detto...

credo comunque che gli evasori non siano nè di destra nè di sinistra...fino a prova contraria!!
esistono e si sa poi chi paga per loro...noi!!

N M POZZU LAVA' ha detto...

coerente mi viene naturale apostrofare chi, secondo me, ha la testa solo per dividere le orecchie. Perchè in tutto quello che hai scritto di coerenza ne vedo poca.

ELCHE ha detto...

800 euro??? ma cosa aspetti anche tu ad andare al prossimo consiglio comunale con la bolletta in mano??? Vediamo chi dei nostri politici vota SI o vota NO !!!!

N M POZZU LAVA' ha detto...

Ti dico di più: anche io, come Annetta, qualche mese fà ho ricevuto una bolletta di 825,00 euro per un locale commerciale di 50mq e solo con un bagnetto. Chiamando Acqualatina mi è stato detto di pagare la bolletta e che poi mi avrebbero scalato i soldi dalle fatturazioni successive. Calcolando che nel locale usavo l'acqua solo per lo scarico e per lavarmi le mani, quanta "cacca" avrei dovuto fare per arrivare a scalare 825,00 euro pagati anticipatamente? Coerente, una persona spinta dalle proprie idee politiche può anche esporsi per difenderle ma c'è un limite a tutto

Anonimo ha detto...

Ma perchè se votano SI (cioè a favore dell'acqua pubblica)le bollette non si pagano ?

Anonimo ha detto...

DA gruppominoranzalenola.blogspot.com/

L'ASSESSORE REGIONALE ALL'AMBIENTE FILILBERTO ZARATTI, A LENOLA PER LA CONSEGNA DEI LAVORI
La questione della carenza idrica ha da sempre rappresentato un enorme problema per tutte le amministrazioni che si sono succedute e che hanno cercato di “tamponare” la questione chiedendo agli enti gestori (Consorzio degli Aurunci ed Aqualatina) un aumento della portata su Lenola, rosicchiando dalla disponibilità degli altri comuni, soprattutto nel periodo di magra estiva.
Nessuno finora aveva mai pensato che si potesse risolvere il problema sollevando l’acqua da “Curtignano” fino al serbatoio di Lenola. E chi è questo genio che ha avuto quest’idea? Gian Battista De Filippis? Non credo proprio!!! Anche perché nessuno penso possa riconoscergli alcuna competenza in materia di ingegneria idraulica.
Ora che l’opera si farà con il finanziamento della Regione Lazio di circa 3.000.000 di euro (sei miliardi delle vecchie lire) tutti vorrebbero prendersene i meriti.
Ma andiamo con ordine. L’idea geniale di sollevare l’acqua da Fondi è dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio e del suo Direttore Raniero De Filippis, pensata già ai tempi della giunta Storace ma né Fazzone, né Forte né l’allora assessore all’ambiente della Regione Lazio riuscirono a trovare i fondi per realizzarLa. Dopo l’insediamento della giunta regionale Marrazzo, il progetto viene caldeggiato dal consigliere di minoranza Carlo Pietrosanto, presso l’assessore regionale all’ambiente Bonelli, in un incontro a Lenola e poi finanziato dal suo successore Filiberto Baratti.
Cosa ha fatto la XXII Comunità Montana in tutta questa vicenda? Praticamente nulla! C’era da individuare un ente sovracomunale per la gestione della gara d’appalto ed è stato individuato nella XXII Comunità Montana.
Cosa ha fatto il comune di Lenola? Nulla!!! E certamente quest’opera non si sarebbe mai realizzata se gli elettori non avessero mandato a casa la giunta regionale Storace con il contributo anche dei cittadini di Lenola che hanno dato il loro consenso ai partiti del centrosinistra. E anche di questo sicuramente non possiamo ringraziare nè Gianni De Filippis, né Peppino Tatarelli, né tutti gli uomini del centro-destra.
Fatta quest’opera il problema non è risolto. L’assessorato regionale all’ambiente si è reso conto che la condotta di Lenola è un “colabrodo”. Pertanto si sta approntando un ulteriore consistente intervento per il rifacimento della condotta idrica di Lenola.
All’assessore Filiberto Baratti, al Direttore regionale Raniero De Filippis e a tutto il suo staff, va il ringraziamento del gruppo di minoranza per una importante opera, fondamentale per lo sviluppo turistico e socio-economico del nostro paese.

Pubblicato da andrea antogiovanni