mercoledì 2 maggio 2007

secondo maggio

Bene, senza fare demagogia dobbiamo dire che ieri a Lenola è davvero saltato tutto, si anche i sanpietrini della piazza all'improvviso hanno cominciato a ballare. Le condizioni climatiche ci hanno penalizzato in organizzazione e logistica, ma non in energia, dobbiamo riconoscere di aver tenuto testa alla situazione. L'idea di suonare sotto gli archi alla fine si è rivelata vincente, seppur ristretto, lo spazio è stato di tutto rispetto. Andare a cercare i musicisti mentre si esibivano dietro le colonne degli archi della Piazza è stato idilliaco. Nonostante Tiziano si sia ritrovato con Carlo Pietrosanto a stiracchiare tendoni al Campeggio di San Leonardo, Giovanni il Presidente a rinunciare al pranzo, e con lui anche chi voleva mangiar qualcosa per quell'ora, la festa si è fatta. Abbiamo ricordato i morti sul lavoro, abbiamo scopato a coppie, ascoltato musica dalla Rava e bevuto tanta biava (birra). Ancora una volta Lenola si è dimostrata ospitale; è bello sentirsi dire dalle persone che hanno partecipato all'evento: mi sento come a casa! Personalmente ho da fare un appello a tutti quelli che ci criticano gratuitamente e spesso senza validi motivi. Ciò che abbiamo creato ieri in piazza è importante, non è la solita gente, non è la solita festa paesana (con tutto il rispetto), non è un'angosciante serata di provincia, ma è quello che con gli Hermanos chiamiamo "Situazione socialmente compatibile". E' quello che trovi nelle più grandi città e nei poco acclamati (chissà perchè) centri sociali di tutta Europa. Ora, ciò non significa che tutti noi dell'Hermano Querido stravediamo per certi movimenti o per certe idee (vi assicuro che non è così). Smettetela di additarci come "quelli di sinistra" oppure i "sovversivi", abbiamo solo tanta voglia di fare, e non è facile!
Speriamo già da domani di mettere sul blog qualche foto!

Ciao a tutti,

Ilario

30 commenti:

Clandestino ha detto...

Vorrei far notare che la presenza dei giovani di Lenola alla festa di ieri è stata meno che zero.
Ancora adesso sto cercando di trovare una ragione che sia una... ma niente.
A me ha fatto uno strano effetto ieri sera vedere ragazzi mai visti prima balare assieme e tra loro non riconoscere una sola faccia lenolese... veramente uno strano effetto.

Su questo credo dovremmo ragionarci assieme nei prossimi giorni...

ps- ben alzati hermani.

Carmelo ha detto...

Il coma da cui sono uscito stamane non mi consente un'analisi obiettiva.
Vorrei capire il perché, Clandestino, ma non riesco.
Fatto sta che per l'ennesima volta abbiamo dimostrato spirito di adattamento! l'idea del mercato coperto è stata ok e ha salvato una serata.
Ma non solo, il presidente in cucina, il mio olio bollente, Fabio con lo spinatore, Pilù a dirigere l'orchestra e tutti quanti.
Non so perchè tutto questo venga ignorato.
A chi siamo antipatici?
A chi facciamo paura?

Spud ha detto...

Ieri non ho potuto partecipare all'evento e ciò mi dispiace (purtroppo, o per fortuna, lavoravo) ma ho potuto seguire da poco distante quello che accadeva. Mi rifaccio a quanto detto da clandestino: poca gente di Lenola!!! Secondo me il problema è che ancora in molti, su questa Rava, hanno una mentalità, non come si suol dire provinciale, ma addirittura "casalinga". Caro clandestino funziona ancora cosi: tu organizzi una cosa e io non ci vengo. Forse perchè mi stai sulle pal.. o semplicemente perchè sarei invidioso se poi riuscissi a divertirmi partecipando ad una festa organizzata da un gruppo che sia diverso da quello a cui appartengo. Io spero di sbagliare ma ho sempre più l'impressione che sia cosi. Molte volte vi ho criticato e continuerò a farlo se qualcosa non mi sembrerà fatta bene ma queste sono serate che andrebbero vissute tutti insieme, anche perchè poi tutta la gente che ieri non era in piazza, è sempre pronta a dire in questo paese non si fà mai nulla!!!

elche ha detto...

Clandestino,
difficile trovare una ragione. Una cosa è certa: avete di nuovo dimostrato quello che valete, almeno a voi stessi. A Lenola la condizione giovanile dovrebbe essere studiata come caso scuola in sociologia per come è andata degradando questo a prescindere dalla partecipazione alla vostra festa. Chissà se qualcuno, al "palazzo", se ne accorto.

Anonimo ha detto...

volete sapere perchè i giovani di Lenola non partecipano a queste manifestazioni??????perchè a Lenola c'è un giro di dr.... che fa paura,ma vi parlo anche di ragazzi di 14,15 anni...provare per credere???andate sulla pineta e vedete che giro c'è la sopra(ragazzine comprese)....ma i genitori dove sono???ma possibile che non sanno niente dei loro figli???e non vi parlo di roba di cannette...ma,molto molto più pesante!!!!
scusate lo sfogo a presto

Clandestino ha detto...

Caro anonimo,
non è un caso se l'anno scorso questa associazione ha dato voce a:

IO NON PIPPO
iniziativa contro l'uso della cocaina

e inoltre è un anno che stiamo discutendo la fattibilità di una giornata dedicata a questo problema...

Anonimo ha detto...

SI HO CAPITO..INFATTI sapevo di questa iniziativa.....complimenti!!!
ma da quanto cho saputo,si è passata anche la cocaina,cose molto più pesanti....non credo sia una cosa brella da dire,da scrivere ma purtroppo è cosi.....
i carab. dove sono???non lo so....
a presto

chira ha detto...

la giornata di ieri è stata bellissima, ed io l'ho vissuta per la seconda volta!
E' stato bello vedere ragazzi che per ballare o per aspettare una crepe sono stati sotto l'acqua!
Mi dispiace non aver visto ragazzi di Lenola, ma personalmente credo che il Paese non sia ancora pronto a confrontarsi con ragazzi coetanei e non di mentalità più aperta...
Certo che vengono ricordati solo gli hermanos... e le hermane? Bisognerebbe ringraziare Rossana e me, oltre all'aiuto di Claudia e Angelo allo stand...

BACIONI

Carmelo ha detto...

anonimo,
condivido quello che dici.
Ma secondo me non è questo il punto.
Purtroppo la repressione non è mai la soluzione alle cose, è solo un palliativo.
Secondo me, questo fenomeno è sociale e non familiare. E' sociale perchè se c'è una partecipazione tanto vasta all'uso di simili cose vuol dire che i ragazzi sono poco seguiti. Dalle istituzioni dico non solo dai genitori. Se le istituzioni se ne fregano, mettono la testa sotto la sabbia, non informano, non controllano e soprattutto non danno stimoli diversi alla droga, è logico che i ragazzi siano più facilmente spinti all'uso di sostanze.
Tutto qua.
Tu che ne pensi?

Anonimo ha detto...

Penso che il problema della droga a Lenola non è ne minore e nè maggiore di qualunque altro luogo. Ne state parlando come fossimo diventati un popolo di tossici che non vive che per quello. Il problema c'è e c'è sempre stato, forse ora reso un pò più visibile da chi fino a ieri ha vissuto con il prosciutto sugli occhi. Con questo non voglio giustificare chi ne abusa ma nemmeno è giusto innalzarsi a paladini della giustizia a tempo perso.

Anonimo ha detto...

ma i Mogwai li avete passati per radio almeno?
Non c'era gente di Lenola? mannaggia sa perlo facevo una scappata.
W.

Pierrot ha detto...

I Mogwai no, ma Broken Arrow - Album leaf behhh quella si, caro Watt quelle note di lacrime e sogni, seppur pochi minuti, si sono diffuse tra le mura della piazza.
Lieto di darti questa notizia! E sopratutto grazie di avermi fatto scoprire tali eccelse melodie.

Anonimo ha detto...

ah sono contento che ti siano piaciuti gli ALbum Leaf. Ho adorato quel disco cosi semplice. Always FOr You, Always for me..da lacrime!

Prova con questi:
GRUPPO: GOD IS AN ASTRONAUT album: All is Violent, All is Bright.

Ma anche EXPLOSIONS IN THE SKY: The Earth si not a cold dead Place.

E poi JULY SKIES: "Dreaming Of Spires"

Wattico.
Pierrot chi è? :)

Pilù ha detto...

Un abbraccio agli hermanos e un bacio alle hermane che sono state favolose.
Grazie ad Angelo e Claudia che hanno dimostrato spirito di adattamento e improvvisazione perchè quando organizziamo abbiamo sempre qualche pecca e meno male qualcuno ci aiuta a recuperare. Grazie agli abitanti della Piazza che ci hanno non solo sopportato ma anche supportato con la loro presenza e con l'energia elettrica la famiglia Ingrao, gli sponsor che sono passati su Radio Rava,le persone di Lenola che si sono godute una bella giornata nonostante la pioggia, tutti coloro che si sono esibiti sotto gli archi
del mercato coperto in una situazuione di emergenza: in particolare un grosso saluto agli amici siciliani Salvo e Davide (spaccate), Coranatia( ottimo inizio), Acustinauti e i ki piu per la loro bravura, briganti di frontiera, Maquillabeba e Anxur Kingz. Complimenti a tutti questi per aver colto lo spirito della manifestazione e l'atmosfera della piazza lenolese. E i giovani del paese? Certo non ce ne erano tanti ma io li ho visti e non mi va sinceramente dopo una giornata del genere cercare quelli che non c'erano o fare un censimento. matteo e il suao amico hanno fatto la radio e altri sono venuti.

StarmanBlogger ha detto...

io c'ero e mi son anche divertito!

concordo con voi, iniziative come queste sono anomale per un paese come lenola ma proprio per questo la giornata di ieri è stata tanto importante.

Certamente però spiace e sorprende vedere che la risposta della parte giovane del paese sia stata così scarsa, demotivata, addirittura indifferente. Farei però attenzione a ricondurre il tutto ad una fantomatica deriva stupefacente.
Le ragioni sono ben altre, molto più radicate all'interno di una comunità che da troppo tempo non fa altro che rigirarsi su sé stessa rimanendo insabbiata in uno sterile immobilismo.
L'importante è riproporre iniziative del genere, magari non solo il 1 maggio ma durante tutto l'anno e sperare in un lampo di luce sulla tetra Rava.

Tutto ciò lasciando da parte i colori e le strumentalizzazioni politiche...anche se fanno (e devono far) riflettere le 'accuse' riportate nel POST: è un paese di bigotti, su questo non v'è dubbio.

Anonimo ha detto...

Ciao Lenola, ciao Hermani ed Hermane! Sono Luca degli Acustinauti e dei KI+. Come ho già detto in particolar modo a PiGi e Ilario, a nome di tutti noi: GRAZIE! Per averci fatto sentire, nelle pozze fredde dell'acqua che ci ha accompagnati per la giornata, un calore straordinario.
Spero a presto, il più presto possibile!

Silenzioso. ha detto...

eppure è così,
mi si annoda la trachea a dirlo, ma sta mentalità che vige, alimentata poi da droghe e fancazzismo non ci fanno ben figurare agli occhi dei nostri ospiti.
E' come a mio parere, se tutto ciò che fate viene apprezzato più dagli "ospiti" che dai "padroni di casa", e ovviamente questo dimostra da se la situazione ancora SOCIALMENTE INCOMPATIBILE!!
Il lavoro che fate non è discutibile, anzi un consiglio che vi do a voi hermanos non andate a cercare difetti nel vostro operato del tipo; abbiamo forse sbagliato gruppi da chiamare?posto dove farlo?patate al forno anzichè fritte?

Saluti,
e ancora grazie per un 1/4 (purtroppo per me) di una GIORNATA DIVERSA!

Ilario ha detto...

Ciao Silenzioso, la prossima volta ti vogliamo a 4/4!

Carmelo ha detto...

Ma ci accontentiamo anche di 3/4 e una gazzosa!

Peter Pan ha detto...

x anonimo
Pensi che il problema della droga a Lenola non sia ne maggiore,ne minore di altri paesi???'guarda io non credo...non parlo neanche di persone di 20,25 30 anni...ma di ragazzini e ragazzine
che non so dove vogliono arrivare con queste sostanze!!!!!parlo sopratutto di quel gruppo di persone che frequentano la pineta...ho sentito di loro che usano delle sostanze che sinceramente non pensavo nemmeno che esistessero!!!!!!roba di acidi,funghetti,pasticche...altro che cocaina!!ma anche le ragazzine ...questa è la cosa che mi fa più paura....dove vogliono arrivare non lo so!poveri noi....
le forze dell'ordine dove sono!!!?????
ciao

Pilù ha detto...

Le droghe credo che sono un problema da non sottovalutare, ma mi sembra azzardato affermare che i giovani lenolesi non hanno partecipato perchè
concentrati all'uso di stupefacenti come ha sottolineato starmanblogger.
Sicuramente sono molteplici le motivazioni che non li hanno portati in piazza. D'altronde non si può avere tutto nella vita. Io sono soddisfatto della qualità della partecipazione dei giovani lenolesi. E poi. Noi forse siamo vecchi? Non credo.

Anonimo ha detto...

a proposito di droga, ma se siete voi i primi a fare uso di cannuccie e cose simili, come vi permettete di fare le morali, giovani ignoranti intolleranti fascisti di sinistra, avete distrutto un paese e non accettate che qualcuno faccia qualcosa di buono, che si faccia una festa , che si faccia in modo di aggregare più gente possibile per stare bene insieme, per confrontarci, e che cazzo, ma vi lamentate sempre, il primo maggio in piazza c'erano più ragazzi forestieri che lenolesi, ma vergognatevi, ma amministrazione dove stavi il primo maggio? non hai avuto nemmeno il tempo di andare a salutare quei ragazzi che armati di tanta buona volontà hanno voluto festeggiare una festa che è pure la vostra, la vostra? quando dimostrerete di lavorare 5 minuti per questo paese, potrete anche festeggiare!
quella festa la dovevate organizzare voi, come è successo negli altri paesi. ma voi no.... voi organizzate solo la sagra del caprettone!! BEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEstie che siete!

Anonimo ha detto...

a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.a.affanculo!!!

Hermano querido ha detto...

L'uso della parola è un diritto assoluto della persona. E' per questo che i commenti di cui sopra non saranno oggetto di censura.
La nostra associazione, comunque, invita chi interviene a pesare le parole che scrive.
Le idee, giuste o sbagliate che siano, vanno sempre accompagnate da un sano rispetto per chiunque le legge.
Grazie.

Anonimo ha detto...

Cerchiamo di non fermarci ad ogni passo, girandoci a guardare coloro che, indifferenti, non ci degnano del loro sguardo...Se siamo sicuri della strada che percorriamo, ANDIAMO AVANTI, senza tentennamenti...
Complimenti vivissimi agli Hermano
ANTIPAPA

Anonimo ha detto...

una persona può essere libera di fare ciò che vuole ?non fate paura a nessuno e non per forza una persona deve aderire alle vostre iniziative... !!!!la non adesione non significa essere contro di voi....!!!! non fate le vittime per favore!!!!

Carmelo ha detto...

Certo,
ognuno ha la libertà di fare quello che vuole. Al primo maggio, come in tutti i restanti 364 giorni dell'anno. E anzi ti ringrazio per farcelo notare e di essere
intervenuta.

Ti faccio notare, però, che qui non mi sembra che si stia colpevolizzando nessuno.
Ci stiamo chiedendo soltanto il perché di una scelta fatta da numerosi Lenolesi.
Rendersi conto dei propri errori è l'unico modo per crescere. Quindi il capire quali sono le scelte del nostro pubblico è fondamentale per confrontarci.
Anche solo una frase del tipo, "faceva freddo", "non mi piaceva la musica", "il mio ragazzo è piu' bello di voi. E di certo mi fa divertire di più", "stavo parlando con un amica e con la musica alta non ci riuscivo, "mi siete antipatici" e così via, sarebbe un indicazione per noi preziosa. Il feedback con il pubblico in simili attività è fondamentale.

Ovviamente questo è il mio punto di vista.
Sarei veramente contento se tu mi facessi sapere il tuo.

Ciao.

Anonimo ha detto...

da alcuni commenti traspare proprio il voler metter "zizzania"per forza. io personalmente non sono venuta perchè avevo altri programmi e così come altri ragazzi penso.. e questo non vuol dire che mi state sulle "pal.." o altro... come dice spud..!!

1313 ha detto...

Cari ragazzi,
purtroppo non sono a lenola troppo spesso ed anche il primo maggio sono stato fuori, ma posso soltanto dirvi di non farvi influenzare da chi snobba quello che state facendo senza proporre un'alternativa valida.
Certo..senza la partecipazione dei ragazzi si potrebbe avere l'impressione di sbagliare in qualcosa, ma non è così.
Il vero problema, non solo a Lenola, è la mentalità dei ragazzi cresciuti in un ambiente chiuso e con poche alternative...
Non concordo con l'attribuire al facile e diffuso utilizzo di certe sostanze la mancanza di partecipazione... questa mi sembra piuttosto una conseguenza dell'immobilismo del nostro paese nel sociale.
è senza dubbio un problema!
Il vostro attivismo è l'unico movimento nel mare di noia che c'è a lenola da anni. I ragazzi svegli lo capiscono e spero si uniranno a voi presto.
Non mollate!

aldoj ha detto...

Ciao
Vedo che almeno i cervelli, materia grigia a spasso si muove, per FORTUNA ma occhio se si va alla deriva e si resta a guardare si affoga col resto della ciurma, quindi se stiamo tutti sulla Barca LENOLA e non cominciare ha tirare fuori il timone per cominciare di nuovo a portare la nave nel porto Felice i primi colpevoli SIAMO NOI compreso me che fino a qualche anno fa spendevo sudore per creare divertimento pulito e mi sono arenato in secca.
Allora cosa ne pensate di creare un Tavolo di discussione con TUTTE LE FORZE POLITICHE E NON??????
A…….. CIAO PIPPO AMICO DI VIAGGI PENDOLARI


Aldo lo Stocco