domenica 6 maggio 2007

Varese Ligure

La battaglia per tutelare i paesi sotto i 5 mila abitanti
approda (finalmente) al Senato. E noi, per sostenerla,
raccontiamo un borgo che potrebbe fare scuola.
di Davide Perillo (magazine - Corriere della sera)

A Varese Ligure, entroterra Spezzino, 2.233 abitanti e un borgo che sembrava avere la sorte segnata dalla fuga verso la città, i giovani stanno facendo marcia indietro. «Il saldo tra arrivi a partenze è tornato positivo», dice Michela Marcone, il sindaco. E non è l'unica voce in attivo. Varese è il primo paese europeo con due certificazioni ambientali (Iso 14001 e Emas) ha vinto un premio come miglior comunità rurale dell'Ue, ha riconvertito il 98% dell’agricoltura al biologico e produce con eolico e fotovoltaico più dell'energia che gli serve: "Sei milioni e mezzo di kilowatt l'anno solo dalle pale": abbastanza per 10 mila persone. In pratica, potrebbe vivere - e dare da vivere - senza una goccia di petrolio.
Così il paesino ligure è diventato un piccolo caso, in grado di attirare manciate di “turisti ecocompatibili” in una zona che di suo, non ha certo il fascino per fare concorrenza alle Cinque Terre. E’ capace di farsi un nome negli ambienti di chi segue l'ambiente, dice il sindaco mentre racconta una svolta datata primi anni Novanta, con il recupero del centro storico («finanziato dai fondi europei»), la nascita delle cooperative spinte verso il biologico, l'arrivo di imprenditori disposti a investire sull'energia alternativa. “Ci siamo inventati una vocazione”. E non è una cosa che vale solo per noi piccoli. Per far vivere le città bisogna che sia vivo pure il territorio.
Varese Ligure è un esempio di come, partendo da politiche intelligenti, si possa scoprire un talento proprio e svilupparlo, senza contare sull’assistenzialismo - dice Realacci (Presidente onorario di Legambiente): “E questa è l’anima della Piccola Grande Italia”.


22 commenti:

ilario ha detto...

So che ieri la ProLoco ha convocato Associazioni e altre realtà locali ad una riunione dal tema LENOLA E IL TURISMO, chi ci è stato? Di cosa si è parlato?
Viene Miss Italia? Ma che tipo di turisti ci interessano?

Clandestino ha detto...

Io c'ero, Chiara c'era e c'era tant'altra gente.
Di cosa si è parlato?
Appena posso invio una relazione sulla posta.

A presto...

Carmelo ha detto...

Bene!
Sono ansioso di leggere il tutto.
Forse sarà il caso di fare un post a riguardo.

MP group ha detto...

Ragazzi noi dell'MP Group c'eravamo;
parto con il dire che è stata comunque una bella riunione con parecchia gente nonostante la tragedia che ha colpito il nostro paese (giusto il minuto di raccoglimento fatto all'inizio).
Durante gli interventi si sentivano, anche se indirettamente, degli scontri politici ma premetto che a noi di chi stà a destra o sinistra non ce ne frega niente e quindi riporterò solo gli interventi che, a nostro avviso, sono stati intelligenti.
ANGELO GUGLIETTA: Ha dato un quadro generale di piccoli problemi che magari possono essere sfuggiti al comune, principalmente sul decoro urbano (buche, pensiline dei pulman, abbellimento della località colle, ecc.)
MAURO MOSCHITTI: Si è soffermato sul target di turisti che vengono a Lenola e che continueranno a venire (famiglie con figli piccoli) in quanto Lenola è come "un'isola dove i bimbi possono correre liberi" (ancora e per fortuna); ha dato qualche dritta su alcuni servizi che potrebbero essere offerti a quella particolare fascia di turisti (ludoteca all'aperto, ecc.); ha proposto anche uno sviluppo programmato dell'attività turistica rivolgendosi, in particolare, all'amministrazione, alle associazioni ed ai commercianti
TONINO IZZI: ha indicato una strada che potrebbe essere seguita per rilanciare il turismo, quella di "sfruttare" i 2 parchi con cui confiniamo ed i siti archeologici presenti e che sono in via di restauro (ambrifi vecchia, ecc.)
ATTILIO PIETROSANTO: ha proposto l'uscita da acqualatina ed ha anche lui sostenuto l'idea di uno sviluppo programmato
FERNANDO MAGNAFICO: ha detto che il problema del turismo non riguarda solo Lenola purtroppo ma tutti i paesi turistici; è daccordo con la tesi di Tonino Izzi nel trarre vantaggio dai parchi; ha proposto una riunione con assessori provinciali, APT, ecc. in modo da esporre i problemi e trovare insieme delle soluzioni;
GIAMBATTISTA DE FILIPPIS: Ha dato una risposta sul "caso Miracolle"; si è reso disponibile a migliorare a breve le cose ed ha dato una descrizione sui lavori in corso (parcheggi ecc.)
NOI: non ci siamo buttati su temi così grandi ma abbiamo detto all'amministrazione che speriamo in un'estate dove non ci saranno soltanto concerti classici, sagre, ecc. ma anche manifestazioni per i giovani che non debbano per forza di cose mettersi in auto di notte ed andare a divertirsi altrove; ci è stato risposto che non c'è questo grande interesse da parte dei giovani alle attività locali e noi, con rammarico, abbiamo dovuto ammettere che è vero.
Queste a nostro avviso sono le cose sensate che sono state dette ieri alla riunione, una riunione giusta che non ha risolto alcun problema ma perlomeno ne ha definito le linee generali e ha dato qualche spunto per risolverli.
Se ho detto qualche cavolata coreggetemi, o anche se ho dimenticato qualcosa importante.
Scusa Ilario, senza fare polemica, devo dire che non capisco perchè ce l'hai con la Pro-Loco; a Lenola, oltre che alle feste da discoteca, al primo maggio, alle sagre ci vuole pure Miss Italia, ho sbaglio???
Ciao Belli...

ilario ha detto...

Non ce l'ho MOLTO con la ProLoco, c'è a chi piace quel tipo di manifetazione ed è giusto che se qualcuno ha voglia di organizzarla lo faccia. Quello che forse mi ha dato fastidio qualche anno fa era il fatto di vedere in quella manifestazione una risposta al problema del Turismo Locale. Addirittura sentivo persone che avevano preso la ProLoco per la Madonna sulla terra... NO! Quelle cose non servono che a se stesse! Mi aspetto molto di più da una Associazione nata per salvaguardare (in diversi aspetti) il territorio.
Poi, che personalmente non mi piace quella manifestazione perchè non fa che proporre un modello televisivo anche per strada va bè...sono pensieri miei.

Un caro saluto a voi MpGroup.

frankie ha detto...

ciao ragazzi, è la prima volta che scrivo su questo blog lo faccio per rispondere ad ilario e a chi interessa. Tra poco stilerò qualche mio pensiero anche se (ilario lo sa) preferisco parlare di queste cose a voce seduti o in cammino per qualche montagna (case vecchie docet vero ila?? :-) ). Intanto vi inizio a dire che quanto detto da tonino, a lenola già si fa ed è una cosa che insieme ad altri amici ci battiamo da tanto per farla notare al resto del popolo...non ci credete??bene allora facciamo cosi sabato 19 maggio andate a dormire un pò prima e domenica 20 vi aspettiamo alle 7.30 in piazza per verificare di persona che qualcosa (sviluppo e promozione storico naturale) già si muove e senza necessità di chiedere aiuto ai parchi vari lì ci aspetterà una giornata divertentissima piacevolissima con tanti discorsi su quanto detto anche lunedi ma anche a tematiche più larghe....IO E ILARIO DOCET!!
se non ci credete andate a visitare il nostro sito, qui è linkato ma forse in pochi lo guardano allora lo ridico (perdonatemi amici dell'hermano se pubblicizzo):
http://amicidellanatura.splinder.com
allora ci becchiamo presto per una mia considerazione su quanto detto lunedi, stasera mi aspetta intanto un altra riunione!!

Anonimo ha detto...

stasera riunione al comune sul programma dell'estate Lenolese....Hermano Querido non mancate,alla riunione di lunedì mancavate solo voi....e Roberto.poi di che vi lamentate?????????????boh non lo so .........ciao

Ilario ha detto...

Ciao Franc a Domenica!
Gino mi ha detto che è bellissimo lì sopra. Ci sono stato tante volte da quelle parti sull'appiolo, ma come al solito non dove ci porteranno le nostre guide.

Carmelo ha detto...

Caro anonimo,
Non mi pare che mancassimo, visto che presenti c'erano Mauro (il suo intervento mi sembra è stato apprezzato) Tiziano e Chiara.
L'estate Lenolese...
...ma siamo stati invitati?

Anonimo ha detto...

stasera tutti alla riunione sull'estate lenolese....venite numerosi

Roberto ha detto...

Caro anonimo (e un po vigliacco). la riunione era rivolta (giustamente) alle associazioni(invitate) e mi sa che neanche tu ci sei stato visto che non hai notato che c'era Mauro. Comunque beato te che non ti lamenti.

MP Group ha detto...

Ragazzi...e per la miseria nn state sempre ad attaccarvi!!!
Fate considerazioni serie, proponete idee e soluzioni per i problemi; Noi srasera proporremo di riorganizzare la 24 ore (solo se Ermetino ci dà una mano, anche se da esterno e non in prima persona) ma serviranno tante idee, proposte e aiuto (pratico e organizzativo); Frankie, giustissimo ciò ke dici e bello tutto quello che fate! Forse il 20 non ci saremo ma in qualcuna delle prossime uscite ci saremo, come un paio di anni fà alla tomba del tedesco! E' opportuno inserire, a nostro avviso, le uscite nel programma dell'estate lenolese, creando degli agganci con qualche altra attività! Dai ke se non ci mettiamo i bastoni tra le ruote uscirà una bella estate...bisogna essere uniti!Noi ci stiamo! Vedremo stasera!!
Ciao Belli!!!

ilario ha detto...

A questo punto sarete sul comune MpGroup. Che Progetto Musicale avrete mai in mente? La 24 ore? Si, bella cosa! Sarò felice di partecipare alle gare :) non ad aiutare. Ciao di cuore e fateci sapere, c'è sempre qualcuno dell'Hermano disposto a darvi una mano al bisogno.
Sono d'accordo,
cerchiamo di stare uniti;
ricordiamo però che più è lunga la catena e più aumentano le possibilità di rottura.

FACCIAMOLADIFERRO!

Carmelo ha detto...

Come no,
ottima cosa riportare in auge la buona vecchia 24 ore.
Spero molto di poterci essere e di poter dare una mano.

frankie ha detto...

secondo me:
-angelo ha parlato bene riguardo allo sviluppo e all'aggiornamento dell'arredo urbano soprattutto se questo potrebbe portare cash nelle casse comunali
-mauro ha fatto davvero un intervento interessante solo che tornando a casa mi sono posto il problema: ma tutte ste cose per il bambino so magnifiche ma sono davvero cosi fattibili (ludoteca en plein air), mi piace l'idea del mandrone sistemato e chiuso..il parco di cassino è stupendo a riguardo ci so stato ieri perchè aggiungo io, non allestire un area pic nic con tavoli e panche di legno in punti strategici del parco mondragon?
-TONINO ha parlato di sviluppo naturale..io ci metto anche storico vicino a naturale solo che si è appellato all'aiuto dei parchi...con tutto il rispetto non c'è bisogno di loro per fare ciò..gli amici della natura organizzano 12 escursioni l'anno e visitano posti citati dallo stesso tonino solo che da come ha parlato per i lavori di ristrutturazione di questi vari luoghi mi sa che quelli del parco da tanto non ci vanno: 2 domeniche fa siamo stati alle case vecchie di ambrifi:NO COMMENT per la situazione..la natura si sta mangiando tutto si dovrebbe incendiare tutta quella vegetazione per sistemare quel posto..sul sito amicidellanatura ci sono foto di tutti i tipi a riguardo come prova.
- Attilio ha parlato chiaro e tondo e anche io appoggio la sua stessa linea programmativa futura per una lenola migliore non ora ma tra 5 o 6 anni. Mi sono chiesto però alcune cose a riguardo. programmare….ma la gente che dirà?purtroppo è abituata a cose friji i magna,gli abbiamo inculcato tale mentalità cioè “si organizza questo, si fa questo e il prossimo anno si vedrà se si rifà”. allora prendo come modello fondi.. soprattutto la sua piazza bè lì hanno programmato lavorato hanno pazientato ed ora si vedono i risultati con una piazza niente male e la gente ci può passeggiare tranquillamente dalla mattina alla sera….programmare magari in modo diverso come per esempio: si fa una cosa quest’anno che va bene sempre, che sommata ad una cosa il prossimo anno alla fine si ottiene il risultato voluto. Esempio banalissimo….si fa una panchina in un posto dove la gente si sa che ci va si siede e parla, l’anno dopo allora ci si mette un tavolo di legno (insieme ad altri) cosi chi vuole va si siede e la sere di piena nei vari chioschi va lì si siede e mangia e beve in compagnia..quelle cose rimarrebbero sempre, fatte una alla volta sarebbero cose programmate in maniera molto “dolce” e non drastica..credo che questa sia la programmazione fattibile e più congeniale per un paese che non è stato abituato a tale verbo o avverbio: programmare, programmazione. Delle altre cose non parlo perché poi si è arrivati a fare quasi un consiglio comunale..ho notato che le idee per migliorare lenola e per farla risalire ci siano ora però speriamo che ci sia anche la pratica di metterle in mezzo e attuarle..
Cavolo..scusate ragazzi, come sempre mi sono dilungato un macello..quando parlo di cose che mi stanno a cuore (come lenola) è sempre così e poi preferisco sempre dialogare a quattr’occhi..guardate che ho combinato mi so preso tutto un post!!Ila eccu pecchè t l’evra rici a voci ngoppa na montagna d cheste! : ) : )
Ciao ciao e buona giornata

P.S. all’mp group dico coraggio!per realizzare questa grande manifestazione che per il paese e per il sociale è sempre stata un bene…ancora devo parlare con gli organi superiori della mia associazione, però farò di tutto affinché si faccia in modo che l’AC scenda in campo con voi,se lo volete, per darvi una mano nella festa (già nei primi anni organizzata se non erro)

Mauro ha detto...

Frankie...
se scrivi così tanto vuol dire che queste cose le senti con la pancia.
E questo è un gran bene.
Credo che la cosa buona venuta fuori dall'incontro dell'altra sera sia proprio questo scambio di opinioni, di idee e di progetti che coinvolgono un po tutti.
Pubblicamente l'altra sera ho esortato questa amministrazione, e qualsiasi altra ci si presenti nel prossimo futuro, a continuare su questa strada, invitando essa stessa le associazioni di categoria, la consulta dei commercianti e la proloco ad instaurare un tavolo di lavoro per individuare il modo migliore per "imbottigliare e commercializzare l'aria fresca di Lenola (permettimi il termine "commercializzare" in quanto riferito alle tematiche socio economiche del turismo).
Tutto questo per lavorare attorno ad un progetto comune che guardi ai prossimi 5 anni.
Un incontro però, a differenza dell'altra sera, da cui se ne esca con una carta di intenti, firmata da tutti.

"ma la gente che dirà? Purtroppo è abituata a cose friji i magna"

...anche questo sarà, come il resto d'altronte, compito difficile... ma bisogna cambiare tendenza, essere testardi e educare a ragionare più da formica che da cicala.

A questo punto Frankie, dovremmo quantomeno vederci o sentirci, ma
mi viene difficile immaginarti reale...
ti conosco e non so chi sei.
Ti prego quindi di contattarci personalmente in modo da poter lavorare su qualcosa di comune.

ps- ti chiedi se l'idea di "lenola isola del bambimo" sia fattibile. a volte le soluzioni sono sotto gli occhi, ma ci ostiniamo a guardare lontano.
E' un progetto che sta nascendo...
realizziamolo assieme.

frankie ha detto...

caro mauro non è un problema io sono reale e in carne ed ossa tranquillo non sono un fantasma : ), per uno scambio di opinioni mi presto volentieri ovviamente accompagnato dal mio fido e leale compare di opinioni a riguardo marcoraff...allora hai capito chi sono?abbiamo parlato durante la nostra contemporanea pausa sigaretta fuori la biblioteca e mi hai detto che il 20 saresti venuto con noi all'escursione..mi raccomando io ci conto e ci tengo, sperando di riuscire a fare questo scambio di opinioni già da prima del 20!ciao ciao

Mauro ha detto...

Bene....
credo che il 20 in montagna all'aria fresca potremmo cogliere l'occasione per farci una bella chiacchierata.
Da cosa nasce cosa...

a presto...

Silenzioso. ha detto...

Ragazzi,
vedo che ci sono considerazioni molto obiettive, belle idee che ronzano nelle menti, anche se vaghe per il momento, eppure a me un IDEA è venuta, e vorrei proporla a tutti e poi ai ragazzi dell HERMANO specialmente in quanto organizzazione socio-culturale,
ve la butto giù in grandi linea poi ditemi voi che ne pensate.

Sembrerà a tutti strano ma c'è qualcosa che rende Lenola più famosa della Madonna del Colle.
Parlo di una manifestazione unica che si fa solo a Lenola...No non è la Sagra del Crapettone.
Parlo di INVENTA UN FILM!
Inizia tra poco, si prevede un bel flusso di persone che transiteranno la Rava anche se per un giorno o due.
Non sarebbe il caso di inventarci qualcosa per accoglierle?? Ci sarà anche chi avrà problemi di alloggio, non dico di offrire ospitatalità, ma di accroccare almeno una sorta di servizio ristoro/intrattenimetno durante la manifestazione? Io ci sto.

E' una proposta....

Pilù ha detto...

Caro silenzioso, l'idea non è male. Credo però che la dovresti girare agli organizzatori di Inventa un film. Considera che il programma della manifestazione è già carico. Quindi non so come uno si potrebbe inserire in questa cosa. Concordo con te che Inventa un film rende Lenola famosa. Anzi di più. Inventa un film
è un occasione unica, che ogni anno si ripete, per noi lenolesi di fare incontri con un buon cinema e persone interessanti. La migliore accoglienza che possiamo dare è partecipazione visto che la gente della rava sembra non essere così presente a un importante appuntamento.

Carmelo ha detto...

concordo con Pilu' e faccio i complimenti a silenzioso per la proposta.
Si potrebbe parlarne con ermetino e sentire un pò come la pensa.

Ilario ha detto...

Negli anni passati con Ermetino abbiamo sempre ospitato dalle Suore della Misericordia, sempre disponibili e carine (belle che sò le monache :)) ne sono successe di tutti i colori, ho dei ricordi bellissimi in proposito. Per il mangiare si potrebbe pensare a qualcosa perche no?
Intendi metter sù un punto ristoro sui ponti o p la sevici silenzioso? Non mi convince o meglio dovrebbe essere al coperto, penso comunque che sarebbe più adatto un luogo accogliente e rilassato.
Ma a me ne me ne te d ci cucinà e nemmeno il NostroPresidente è presente...ahhh la vedo dura, sono d'accordo con Pilù, limitiamoci a fare una bella presenza. Poi la magnata s ci esci...