lunedì 19 marzo 2007

Il falò di San Giuseppe

Il fuoco è ancora acceso, scende una leggera pioggia ed evapora sui legni ardenti. La protezione civile di Lenola ha, per il secondo anno, organizzato il falò di San Giuseppe in Piazza Cavour. Quest’anno è stata anche servita una deliziosa fagiolata a “panimani”. Carlo Pietrosanto ha fieramente detto di voler ridare respiro ad alcune tradizioni che sembrano voler cedere il passo ai tempi.

4 commenti:

salvatore ha detto...

n ci ra focu n ci ra fire

Carmelo ha detto...

Chellu vino ancora scorre nelle vene.
Qui all'università oggi faccio esplodere qualcosa.

salvatore ha detto...

ricordati ca i falo all'università anna ess aculturati s no e nu falo nurmal.
s'appucciass ju munnu

Brigante.Vix ha detto...

Dalle foto che vedo, mi rendo conto di aver perso una bella nottata.
Eh Carmè, eh Totò. Immagino come siete tornati a casa. Complimenti a Carlo, a stereo, alla protezione civile e a tutti coloro che si sono fatti toccare dalle fiamme della Piazza.