martedì 23 settembre 2008

Aria di pulizie

Stamattina mi sono ritrovato al Miracolle a fotografare i volontari del Servizio Civile. Maurizio Verardi, il responsabile, è stato molto gentile e disponibile, mi ha raccontato quello che giorni fa hanno trovato dentro quelle stanze e quei bagni. La sua Associazione si è offerta volontaria qualche settimana per ripulirlo dalle sozzerie, Maurizio mi ha mostrato lo sporco, le muffe, ma mi ha fatto anche respirare atmosfera di cambiamento. Non so come sia potuto accadere che i nostri amministratori abbiano trascurato a tal punto questo bene comune. Cerchiamo di salvare il salvabile sembravano cantare stamattina Daniele, Antonio e altri operai presi a ripulire vetri e giardini. Penso che quelle camere, quelle enormi sale, quella decadente cucina hanno bisogno di vita, di pane, di voci e colori. Che si fa, si aspetta ancora il miracoloso investitore o imploriamo investiti? Se lo avessimo aperto questi anni per far dormire i senza tetto non sarebbe stato più ragionevole? PIERROT

76 commenti:

StarmanBlogger ha detto...

wow!
Ci volevano le pulizie d'autunno :)

bellissima la prima foto! Bel reportage Pierrot!

Mi viene da chiedere se le pulizie sono segno di una nuova politica legata alla struttura o se sono mera reazione alle polemiche estive.

Bah... il tempo (e la quantità degli strati di polvere) fugheranno i dubbi.

ryder ha detto...

Quando sono andato al Miracolle,quando lavoraro con ART EMERGENT service,sono entrato, e mi sono meravigliato!! Un posto adatto per fare le feste di Halloween! Adesso è molto meglio!

write26 ha detto...

Caro Pierrot, noto con piacere che cominci anche tu a dedicarti alla politica, perché il Miracolle non è una questione di buon senso altrimenti sarebbe già stata risolta, ma di beceri, meri, interessi di propaganda politica associata a ripicche personali.

Perché non invii il tuo amico giornalista, Ila Mar, ad intervistare i protagonisti di quella demenziale vicenda, chissà forse riesce a cavare qualche ragno dal buco.

Con simpatia write26

Tiziano ha detto...

Complimenti a Pierrot che ha fatto presente la questione,anche su questo blog.
Parlarne fa solamente bene ed è un modo per far evolvere la situazione.

Bravo,un abbraccio.

Pierrot ha detto...

Vedi Write, dedicare è già troppo! uno alla politica non si dedica, la fa. Al di là se ufficiale o meno ogni cittadino è un politico libero di preferire se essere un ufficiale o meno. Spero di essermi spiegato. Lascia stare Ila Mar! Ne ha sentite tante di campane suonare, pensa, erano tutte stonate, poverino!

Tiz, evolvere, invecchieare, decadere per poi nascere e crescere ancora. Un'albero è secolare, un cristallo di più,
la farfalla...si la farfalla. Ecco mi ricordo una volta col brigante Vix a fantasticare il nome di un possibile MIRACOLLE a nostra immagine: CENTRO SOCIALE LA NUVOLA. L'insegna doveva essere tipo di quelle grafiche sui METEO. Nuvoletta e sole, pioggia e fulmine e via dicendo. A seconda delle attività che il CENTRO proponeva l'insegna avrebbe dovuto trasmetterne l'umore...Vabbè così giusto per dire qualcosa al vecchio Tiz!

Compa Pilù ha detto...

"meri, interessi di propaganda politica associata a ripicche personali".
Si, write. E' alquanto ovvia la questione ma ciò non significa che la questione debba essere interiorizzata dalla comunità come una vicenda normale. Purtroppo viviamo l'incapacità reciproca da parte dei politici e degli imprenditori di mettere al primo posto il bene della collettività.
A questo punto il Comune perchè non fa un passo in più? Perchè non inizia a far funzionare l'albergo gestito in maniera pubblica o con l'aiuto di associazioni come già avviene con mostre ed esposizioni?
Noi, in collaborazione con un'associazione proporremo un progetto di mobilità giovanile che si realizzerebbe intorno a Marzo, ma servirebbe una struttura ricettiva. Sarà possibile utilizzare questa struttura?
Poi si Ila! Serve fantasia, immaginazione che viaggi insieme all'azione. A un certo punto potrebbe succedere di tutto...

Tiziano ha detto...

"Centro Sociale La Nuvola" è molto bello.
Un abbraccio, Tiz.

lenolese ha detto...

xchè diciamo al comune di passarlo a cpt allora? ragazzi cerchiamo di fare + fatti .......

Anonimo ha detto...

CPT???? O.O non bestemmiamo vi prego!!!
dannati quei cosi e chi li ha inventati!

lenolese ha detto...

invece sono sempre serviti a qualcosa...... guarda che era una battuta però.....

Tiziano ha detto...

Che cos'è "cpt"? O che cosa sono i "cpt"? Visto che si parla al plurale(!).

lenolese ha detto...

centri di permanenza temporanea per gli immigrati, la sinistra li voleva chiudere tutti ........

Eleonora ha detto...

WOOOOOOOOOOOOOW SI PARLA DI QUELLA GRAN BRUTTA ROBA DEI CPT A QUANTO PARE... ALLORA VI LASCIO IL TESTO DI UNA CANZONE DI GUIDO FODDIS, NON CI STA MALE NO? :D


Amore mio ti scrivo per dirti che in Italia non si sta mica male
io mi comporto bene ma lo sai anche te che io non son un criminale
qua di lavoro ce n'è, ce n'è quanto ne vuoi
basta sapersi adattare
peccato che devo stare chiuso in questa gabbia
con un ladro volgare
è una vergogna tutta italiana che si chiama CPT
porca miseria porca puttana
fammi andare fuori di qui
mi hanno mandati diritto in prigione
"aiuto"
senza passare dal via
fanculo a tutta la gente
che ha paura di me
fanculo alla polizia
e adesso passo i giorni a scrivere sui muri
di colore pastello.
scrivo che questo non è un hotel a 5 stelle
non è neanche un ostello
è una vergogna tutta italiana che si chiama CPT
eccola qua la carità cristiana
beh la si dimostra così
è una vergogna tutta italiana questa qui del CPT
porca miseria porca puttana
fammi uscire fuori di qui
amore mio ti scrivo per dirti che qui l'affitto non è un problema
per noi clandestini c'è una casa in regalo
dal GOVERNO D'ALEMA
è una vergogna tutta italiana che si chiama CPT
porca miseria porca puttana
voglio andarmene via di qui
è una vergogna tutta italiana il CPT
è una vergogna tutta italiana che si chiama CPT.



Salutiiii a tutti....


aaaaaah P.s: Tizià il festivaaaaaaaaaal!!! Lo facciamo? dai dai dai... XD Pilù già m'ha detto di no!!! (mannaggia a lui :D)
un abbraccio ad entrambi...

lenolese ha detto...

ma vi rendete conto di cosa dice quella canzone? i cpt sono una vergogna italiana? ma finitela di dire cazzate.... noi li rispettiamo fin troppo i clandestini.... ma gli altri paese che fanno lio trattano con i guanti o gli sparano prima di arrivare?

Compa Pilù ha detto...

Innanzitutto brava ad eleonora. Concordo in pieno con la canzone anzi mo me la sento.

Leno che? Per favore cambia nick! lenola è stato un paese di migranti.
Io stesso sono nato all'estero, nonostante non abbia vissuto le esperienze di coloro che si trovano rinchiusi nei Cpt ti assicuro che non è facile vivere in un paese dove sei considerato niente più che uno straniero o un auslaender come ci chiamavano i tedeschi. Le esperienze che sta vivendo questa generazioni di immigrati che giungono nei paesi "civilizzati" non le auguro di vivere nemmeno ad un animale.
Pensi forse che si divertono a rischiare la loro pelle? Non mi fa certo onore sapere che nei confronti di persono che fuggono da guerre, fame, persecuzioni siamo appena migliori di quelli che gli sparano:

Andate su sto link e poi ne riparliamo magari con meno relativismo legislativo e con più umanesimo:

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-archivio/1129502

lenolese ha detto...

io rispetto molto i lenolesi che sono andati all'estero per lavorare non come la maggior parte delle persone che vengo qui ci sono solo per delinquere .....

Compa Pilù ha detto...

Siamo tutti clandestini!
Siamo tutti delinquenti!
Rinchiudeteci tutti!

Compa Pilù ha detto...

oppure perchè non rinchiuderci il parlamento visto che li di delinquenti ce ne sono a bizzeffe.

lenolese ha detto...

cerchiamo di aiutarli al paese loro non è meglio???

ryder ha detto...

Non parliamo di parlamento perfavore perchè è lì che ci sono i veri "ultras",quelli che fanno casino. Cmq secondo me i clandestini sono diventati fondamentali per la nostra società perchè fanno quei lavori umili che nessun italiano vuole fare.Giustamente coloro che rubano devono essere rimpatriati o arrestati. Ho sentito dire che coloro che commettono reati però non scontano le pene....Chissà come mai....

lenolese ha detto...

ma certo che ora gli immigrati fanno quei lavori che noi italiani non vogliamo + fare però non esageriamo ragazzi oppure lamentiamoci che non si trova lavoro. il lavoro c'è ma non li vogliamo fare.....

Pierrot ha detto...

Lenolese io penso piuttosto che il lavoro c’è, ma non lo riconosciamo, non ne accettiamo e ammettiamo la legittimità. L’atteggiamento che tieni nella discussione permettimi di dire che è sbagliato. Che significa li trattiamo già troppo bene! Se uno a me mi dice “guarda ti sto trattando già troppo bene” a me mi mette la pulce nell’orecchio, vuol dire che quello che mi sta facendo non è di suo compiacimento. Morale, io lo mando a quel paese. E’ un po’ quello che è successo ultimamente al CPT di Roma. I Rumeni si sono ribellati alle condizioni mostruose di accoglienza, in parole povere insorgono contro di noi, cavolo sono galere più che centri di accoglienza! Ma vogliamo capire le condizioni reali di queste persone? O dobbiamo sempre e solo limitarci a vederli come dei barbari che vogliono occupare il nostro territorio? Questo problema, come molti altri è più grande di noi, creare CPT dove gli immigrati possano sentirsi ospiti dell’Italia, dove possano integrarsi e diventare parte sostanziale della nostra società non è una impresa impossibile, ma bisognerebbe prima riformare altre realtà come quella della formazione. La figura dell’educatore, per esempio, quello con la E maiuscola, una persona che aiuti queste persone a dimenarsi nella vita, a capire cosa sanno fare, cosa possono fare, come può guadagnare soldi onestamente ogni singolo immigrato. Utopia? Certo, come pretendiamo di usare queste misure verso gli immigrati se non siamo più capaci di usarle nemmeno con gli Italiani. Per quanto riguarda il MIRACOLLE come CPT mi sembra una idea cretina. Gli immigrati andrebbero ospitati in case – abitazioni – appartamenti e dovrebbero trovare competenti stipendiati che li aiutino a dimenarsi nella vita quotidiana e non forze di sicurezza coi fucili puntati. Non vi piace l’idea? C’è un’altra soluzione: evitare che entrino in Italia, spararli tutti sulle coste appena sbarcano. Si è sempre fatto così d’altronde prima della “democrazia globale”, si chiamava amore per la patria.
Di conseguenza a chi non piace nemmeno questa ultima alternativa cominci a mettere in conto di vivere in un paese organizzato male, molto male! Ma non preoccupatevi, vedrete che anche al Miracolle la Chiesa accenderà la luce divina.

lenolese ha detto...

prima di tutto quella del miracolle cpt era una battuta per rispondere proprio a te , ha detto di farne uno spazio per accogliere i senza tetto...... e poi ripeto tutte queste persone aiutiamole al paese loro..... li trattiamo + che bene pierrot non voglio fare chi è contro ma purtroppo è cosi ......prima loro e poi noi......

Anonimo ha detto...

A questo punto non serve più parlare del Miracolle.C'è stato un ricorso e tra qualche mese conosceremo l'esito.Il tempo di rimetterlo a posto e via....il miracolle aprirà.Con la coperativa minerva ci sarà una casa famiglia per gli anziani,con enrico il mago ci sarà un grande ristorante con annesso l'albergo.Tutti i turisti che verranno a Lenola riempiranno il locale e non resterà l'ombra di un posto letto in albergo.I parcheggi ci sono a volontà e i cessi pure.Io me lo auguro ma è pura fantasia.Assisteremo,a distanza di poco tempo,al totale abbandono della struttura....cosa ci vengona a fare i turisti a Lenola?

lenolese ha detto...

tutto si può fare del miracolle, basta che si faccia qualcosa di concreto

Anonimo ha detto...

io invece penso che ci faranno un lagher....avete sentito del nuovo partito che è nato a lenola?

lenolese ha detto...

la destra? è tuttA roba vecchia

Anonimo ha detto...

tutti i partiti sono roba vecchia.Mi sembra che in questo paese non si ha il coraggio di PRETENDERE che tutto vada per il verso giusto.Dispetti che influiscono negativamente su tutto il paese.

Pierrot ha detto...

Va bene lenolese, a parte i diritti di proprietà dell'idea cretina, a me non sta bene quanto te che questi immigrati vengono da noi. Ma è come dire che non ti piace la zuppa quando è l'unico pasto a disposizione e si è in tempo di carestia.
L'unica cosa che possiamo fare è mangiarla e poi digerirla più lentamente possibile...
Prima loro poi noi? Non mi sembra da te!
Con simpatia.

Anonimo ha detto...

Il governo berlusconi ha arricchito la libia proprio perchè non vuole più gli sbarchi di clandestini sul nostro territorio.Conclusione???????

lenolese ha detto...

prima loro poi noi non lo dico io ma tutti gli altri..... e poi dobbiamo parlare del miracolle non dei clandestini.....

Anonimo ha detto...

ok lenolese,parliamo del miracolle.
secondo te perchè si è arrivati a questo punto?

lenolese ha detto...

perchè nessuno ha mai voluto fare nulla di concreto. vi ricordo che sono passati quasi venti anni. quante amministrazioni???

Anonimo ha detto...

tante amministrazioni che non sono servite a risolvere il problema miracolle.Aggiungo anche che noi,soprattutto perchè giovani,dovevamo puntare i piedi per terra difronte al degrado di quella struttura.Cosa abbiamo fatto?Ci siamo mai interessati di sapere il perchè non venisse aperta?Ce lo stiamo chiedendo adesso,che comunque vada,verrà aperto.

lenolese ha detto...

meglio tardi che mai

Anonimo ha detto...

e che cosa cambia??????Rimarranno sulle nostre spalle tutti gli anni di inerzie.DA oggi in poi credo che dobbiamo essere più presenti sul nostro territorio,farci sentire perchè contiamo.

ryder ha detto...

Caro Pierrot,se facciamo come dici te,di ospitare gli immigrati nelle case e appartamenti,siamo a posto. Diamo le case a gli italiani che non c'e l'hanno invece di darle ai rumeni.Le rivolte,che le vadino a fare in Romania, non qui, che abbiamo altri problemi seri,se ci mettiamo a pensare anche a loro siamo a posto.

lenolese ha detto...

quante ne devo sentire......

write26 ha detto...

Ma allora ci “sei” Pilù. Sai, il Miracolle (purtroppo) è la questione principe del pettegolezzo e della vita politico sociale economica Lenolese, non è stata assimilata da nessuno ma fa comodo a molti che resti irrisolta infatti ogni tanto appare, se non ci fosse bisognerebbe affrontare i problemi veri.

Ti racconto una storia vera, Gianni ,un mio amico, che viveva a Roma in un piccolo appartamento, aveva un cane, un San Bernardo, puoi immaginare cosa succedeva in quella casa, la moglie chiaramente era incazzata a tempo pieno e avrebbe voluto liberarsene, quel cane era fonte di litigi quotidiani che spesso assumevano anche un aspetto comico, alla fine sua moglie riuscì a convincere Gianni a trovare una nuova sistemazione al cane che finì in un casale in toscana.

Inizialmente tornò la pace in famiglia dopo tre mesi si separarono e subito dopo divorziarono, perché sparito il cane sono apparsi problemi veri.

Un saluto write26

lenolese ha detto...

il problema è grave write , con il miracolle fermo non partirà mai il turismo vero......

clandestino ha detto...

il problema è grave write , con il miracolle fermo non partirà mai il turismo vero......

Ma che cazzo stai a dì!!!???!?!
...è come se decidessimo di andare a...non sò.. Montelupo Fiorentino, perchè hanno un albergo nuovo!!!
Ma finitela con sta storia che aprendo il miracolle si avvia il turismo...
ragazzi, a Lenola ci sono attività in rosso... quasi tutte, esercenti con un piede sull'astrico e pieni di debiti... esercenti che ogni mattina vengono chiamati in banca perchè sul conto non ci sono liquidi per pagare le ultime riba arrivate... ma finitela e non sparate stronzate... il problema è più che serio!!!!
E poi capite una volta per tutte che il problema del miracolle è all'origine:
è stato acquistato solo per risolvere i problemi economici del proprietario... anzi, per esser precisi, i problemi che si sono riversati sul proprietario...
Il progetto, cosa basilare quando si investono soldi, non c'era allora e non c'è oggi!
Il resto sono stronzate, pugnette e diatribe che nascono dal problema di base!!!!

Scusate lo sfogo, ma sinceramente mi son quasi rottoicoglioni!!!!

@Writhe
...la storiella è straordinaria!!!

minny ha detto...

Se permettete,voglio fare una domanda a tutti quelli che credono alla storia del Miracolle=turismo.
Se il Miracolle viene assegnato alla Minerva,di quale turismo state parlando.Se il Miracolle viene assegnato ad Enrico,di quale turismo state parlando.Che cosa si intende per turismo?Per me il turismo non vuol dire parcheggiare l'auto nei vari parcheggi mangiare una pizza all'aria fresca per poi fuggire.Il turismo è intrattenimento,culturale e non.Con che cosa intratteniamo i turisti,cosa gli facciamo visitare,cosa gli proponiamo oltre all'aria fresca?I genitori che portano i bambini alle giostre sul colle sono costretti a stargli vicino per dondolarli e per tenerli d'occhio.Perchè voi giovani non vi proponete come coop.organizzando giochi e attività ricreative per bambini-ragazzi.Io a Lenola,se avessi dei bambini, ci verrei volentieri anche l'inverno.
Un saluto a tutti

lenolese ha detto...

le attività bisogna anche saperle mantenere , per me è cosi . con un punto di apooggio per i turisti lenola si riprenderà...

Anonimo ha detto...

non tutte le attività commerciali sono gestite da buon commercianti.non una vetrina,zero pubblicità,zero capacità di collaborazione.una buona parte della colpa è anche dei commarcianti stessi.

write26 ha detto...

Clandestino da dove sbuchi? Noto con piacere che questa breve assenza dai Blog lenolesi ti ha raffinato, sia nei toni, che trovo decisamente più moderati che in passato, sia nell’espressione, si vede che ti stai nobilitando, sarà merito dell’arte fotografica? Se questi sono i risultati acquisto subito una fotocamera come la tua.
La storiella di Gianni e il suo cane è tutta vera, non puoi immaginare all’epoca quanto ci abbiamo riso.

Che dire, un affettuoso abbraccio e a presto.

Ciao write26

Anonimo ha detto...

Minny ma perchè non ti sdoppi?leggendo qua e là saresti capace di fare il sindaco, il vice, l'assessore ai lavori pubblici, al turismo, al bilancio, all'agricoltura e tutto il cucuzzaro...presentati in una lista fatta solo da te no?!

minny ha detto...

Come avete potuto notare,il cretino di turno non manca mai.
Ti consiglio di farti un giro in alta montagna,fare un bel respiro,pensare al tuo passato,al tuo presente ed al tuo futuro....vedrai che non ti resterà altro da fare che buttarti.
Ciao carino

Carmelo ha detto...

Sogno, sì, lo sogno un centro sociale "La Nuvola".
Cioè sogno un miracolle che possa essere quello che vale, ossia un buon ostello della gioventù, dove sviluppare un discorso sociale e civile, dove non solo ospitare ma anche insegnare, comunicare.
Un Miracolle gestito da giovani, dove la Lenola dormitorio, quella per cui il turismo è ancora il romano benestante, quella per cui il turismo è solo l'aria buona e carne di sagra.

Un sogno e basta? Forse, ma quella struttura meriterebbe di essere occupata e fatta funzionare, perchè 10 anni sono troppi per qualsiasi cosa pubblica, foss'anche un cestino della mondezza.

10 anni in cui tutti si sono prodigati per assegnarlo (la verità è che nessuno ha voluto mai tra le mani una patata bollente simile) ma mai nessuno si è sforzato di trovarvi una vera funzione utile e soprattutto sostenibile.

Ma ci siamo chiesti quanta gente è disposta a dormire lì? E soprattutto a quale prezzo?
Se riflettessero, i lor signori amministratori e anche molti facenti parte dell'opposizione, si accorgerebbero che la domanda di persone disposte a pagare 30 euro una stanza a Lenola è pressoché nulla. E un albergo di quella portata dove trova i soldi per non fallire se nessuno ci dorme dentro?

Il problema del turismo è un problema che prescinde da un singolo albergo, quindi è inutile fornire ora, come anche 10 anni fa, Lenola di una struttura se non esiste una clientela per essa.

Ma dove sono gli studi preliminari? Dove sono le indagini di mercato? E la progettualità?

Diavolaccio! Stiamo parlando di più di 2 miliardi di lire che tutti abbiamo pagato, ma che pochi si sono arrogati il diritto di spendere!

2 mld di lire spesi per raccoglierne zero!

E allora abbraccio quel sogno, perchè almeno non è morto prima ancora di nascere.

Anonimo ha detto...

ma visto che qui stiamo parlando di soldi sprecati......... è possibile sapere una volta per tutte quanti soldi vengono dati ai cosiddetti "nonni vigili " ? ma sono proprio utili o sono + pericoloso quando sono in strada???

MisterX ha detto...

Anonimo delle 14,17.
Visto che critichi i commercianti, saresti capace tu di mantenere un'attività commerciale a Lenola oggi?
Sai cosa vuoldire per un giovane investire a Lenola e stare li ad aspettare che entra qualcuno?
Hai mai provato a metterti in gioco oppure sei uno di quelli che dice un sacco di stronzate tutto il giorno per strada aspettando che mamma e papà lo "campano" fino a 40 anni?

Anonimo ha detto...

però un minimo di ragione lo ha quell'anonimo non diciamo di no....

MisterX ha detto...

Un minimo di ragione sicuramente può averlo ma non sputiamo sempre sui commercianti perchè se a Lenola, oggi, ancora si riesce a fare qualcosa è proprio grazie a loro.
Si criticano sempre ma quando servono a tirare fuori i soldi,senza averne alcun rientro in molti casi,sono buoni.
Cerchiamo di aiutarli invece di gioire,come letto in un altro blog,se uno è costretto a chiudere bottega.

Anonimo ha detto...

ammazza minny,che bei consigli!!questo è ciò che pensa una che vuole cambiare lenola e vuole mettersi in mezzo?questo è quello che dice e consiglia una signora di mezza età?continua cosi che vai benissimo è!!a e grazie per il consiglio ho scelto chiavino come montagna!

minny ha detto...

Mentre invece il consiglio che mi hai dato tu,uomo/donna del futuro,ti fa molto onore.
Chiavino?
Ottima scelta

Anonimo ha detto...

Non ho dato nessun consiglio io, ho fatto una considerazione ad alta voce; com'è già è sparita la tua aggressività? Si mi piace chiavino perchè da li posso decidere dove andare: fondi vallebernardo o lenola!

minny ha detto...

Anonimo del 26/09 ore 15,10,del 27/09 ore 17,26 e del 28/09 ore 10,49....sei davvero incomprensibile!!!!
Ciao

Anonimo ha detto...

Ma questa iniziativa da chi è partita?

Anonimo ha detto...

minny va a caga

minny ha detto...

Quando non si sa cosa rispondere...complimenti!!!
Non sei riuscito ad andare oltre????
Bè...che vuoi farci!!!!!
La vita non sorride a tutti.
Spero tu sia un ragazzino altrimenti toccherà andarci a me a chiavino.

Anonimo ha detto...

misterx,non sputtano nessun commerciante,descrivo la realtà!I commercianti di lenola sono bravissimi a fare beneficenza quà e là,santi e non ma non vanno oltre.Hanno una consulta ma non mi sembra(apparte un paio di eccezzioni)che interagiscono molto tra loro.Voglio bene ai commercianti di lenola e cerco sempre di comprare tutto a lenola.ciao

Tiziano ha detto...

Gentili Amici,
scusate se intervengo. Volevo solamente segnalare un mio modestissimo blog,che spera di accendere un'iniziativa molto grande. Sono Tiziano,vivo a Bologna e con un gruppo di persone stiamo tentando di organizzarci,di confrontarci,di tentare di attuare un'azione concreta.
Questo è l'inizio ed è già entusiasmante.

Il mio intervento non credo esuli completamente dal titolo e dai commenti del post. Qualsiasi questione negativa credo necessiti di un'azione.
Parliamone,facciamo rete.

il blog:
http://musicistapensante.blogspot.com

Grazie per l'attenzione.

MisterX ha detto...

Cercando di anlizziare la situazione economica nazionale e,soprattutto locale, sapresti indicarmi come svilupperesti, tu, un esercizio commerciale a Lenola?
Tenendo presente la realtà locale.
Per favore,non dire quello che non faresti ma quello che faresti. Grazie.

Anonimo ha detto...

Tizià visto ke vivi a bologna RMANICI pure.

STATT BONU SA'

Boston George ha detto...

Tiziano a me quello che fa paura più di ogni altra cosa è scontrarmi con l'ignoranza della gente,tipo sto filosofo qua sopra.
Proprio per gente inutile come questa che oggi ci si ritrova cosi.
Il padrone con l'ignoranza ci va a nozze!
A volte,molto egoisticamente, penso: perchè dovrei battermi anche per cambiare una sola virgola in questa società?
Perchè dei miei sforzi,delle mie rinunce deve goderne anche gente di merda come questo.
Se provi ad essere propositivo,se provi a voler combattere questo sistema la gran parte della gente,dall'alto della loro ignoranza,ti risponde in questo modo.
Combiattiamo e freghiamocene ma a volte il sano egoismo fa da padrone.

ELCHE ha detto...

il Miracolle non risolve il prblema del turismo a Lenola e solo un ottuso può pensare una cosa del genere.

Il Miracolle, invece, è un ottimo esempio di cattiva amministrazione e di sputtanamento di soldi pubblici (i nostri !!!).

Dunque il dibattito sul Miracolle dovrebbe vertere non sul fatto che possa risollevare il turismo a Lenola (certo male non fa) ma quanti soldi in questi anni il Comune di Lenola sta perdendo per mancato incasso del gestore e quanti ne perderà ancora per risistemarlo o per risarcire chi vincerà la gara.

Darlo in gestione ad una cooperativa di giovani e farne un ostello? E perchè no? Lancio un idea :

dal sito della minoranza sembra che siano a disposizione dei soldi per finanziare iniziative volute dai cittadini (dategli un'occhiata).

Perchè non proponiamo questa come iniziativa da finanziare(cooperativa di giovani per ostello al Miracolle)?

Cominciamo a raccogliere le firme?


Almeno questo tentativo zittirebbe quelli che sospettano che i "giovani" di Lenola sono solo buoni a pontificare sui blog senza prendere davvero un'iniziativa

ELCHE ha detto...

DAL SITO DELLA MINORANZA :


Salutiamo con favore la politica della Regione Lazio volta a favorire nei comuni del Lazio opere pubbliche proposte direttamente dai cittadini in forma singola o associata con uno stanziamento di bilancio complessivo di 5 milioni di euro per ciascuna annualità del triennio 2008-10 e per un importo massimo di 300.000 euro per ogni comune.
Detta normativa è stata recepita anche dal comune di Lenola che con propria deliberazione di giunta ha avviato il processo di partecipazione al fine di giungere, anche nel nostro comune, alla realizzazione di un’opera proposta direttamente dai cittadini, possibilmente condivisa dalla maggior parte della cittadinanza.
Non possiamo non essere favorevoli allo spirito della iniziativa ed invitiamo i cittadini di Lenola a farsi promotori di proposte da sottoporre al vaglio del consiglio comunale che avrà il compito di sceglierne una tra le proposte presentate.
In questo blog speriamo si sviluppi una sana discussione, ponendo in campo idee nuove secondo le esigenze che vengono manifestate dal basso e tenendo conto che la data ultima per l’invio della proposta alla Regione Lazio è il 4 Dicembre 2008.

minny ha detto...

Elche al momento è inutile fare progetti sul miracolle.C'è un giudizio pendente che bisogna attendere.Comunque la tua idea è bellissima.

lenolese ha detto...

Il miracolle per me deve rimanere hotel. Un ostello ? a cosa servirebbe ? con il rilancio del miracolle non parte il turismo e con l'ostello si? i soldi di quel progetto lasciamoli per altri scopi come il rilancio del centro storico

Compa Pilù ha detto...

Invece l'idea dell'ostello è una grande opportunità.
Noi, caro el che lo diciamo da un sacco di tempo e penso che possa essere una grande opportunità gestirlo per i giovani e perchè no un componente per associazione.
In Italia abbiamo dei pessimi imprenditori, i quali invece di investire gli introiti in innovazione allargano le proprietà(che fine farà alitalia con Colaninno?). Forse è ora di smontare la grande cazzata del business sopra ogni cosa. Sono certo che il Miracolle funzionerebbe alla grande, gestito da una rete di associazioni che vorrebbero partecipare, in maniera democratica( non quella dei partiti). Pensate alla forza aggregativa che possiede ogni associazione. Ognuno potrebbe organizzare incontri per permettere
anche una crescita di ogni singola associazione. L'ostello potrebbe ricevere al posto dei noiosi turisti gente impegnata che costruirebbe situazioni stimolanti.
E ne beneficerebbe senz'altro anche l'economia del paese durante tutto l'anno, non solo ad agosto.
A questo punto sono per l'ostello.
ma pensate veramente che dovremmo stare ad aspettare finanziamenti dalla regione. Quelli si possono pure chiedere ma la priorità è imminente, basta con i percorsi burocratici.
Io direi di prendercelo. E' un bene della comunità lenolese e non abbiamo bisogno del consenso di un'amministrazione che fin'ora si sono distinti per aver sprecato danaro pubblico. C'è bisogno, invece di persone oneste e volenterose che siano disposte a sacrificarsi.

Attendo risposte

lenolese ha detto...

ma secondo voi lo prendete cosi il miracolle e lo si passa a ostello? chi paga?

Compa Pilù ha detto...

lenolè! Perchè mo che ti credi che stai a fa? Non stai a paga?
Fatti un giro sul colle e ti accorgerai che le luci sono accese.
Ogni volta che è deperito chi ha pagato?
Noi abbiamo pagato.
Al massimo la rete di associazioni potrebbe pagare le bollette.
Anche perchè il ritorno economico di cui beneficierebbe il paese e le sue attività economiche non è sottovalutabile

Carmelo ha detto...

Chi paga che?
Ma perchè secondo te il comune vuole pure guadagnarci da quel rudere incartapecorito?
Ma tu ci dormiresti la dentro?

Ma ragiona, se in inverno sul colle ci stanno più gatti che cristiani chi credi che alloggerebbe al grand hotel miracolle? Tom Cruise al primo piano, Julia Roberts e Richard Gere nella stanza per le riunioni, la Carfagna nella stanza inonorizzata per farsi curare le adenoidi da Berlusconi e ovviamente Madonna nella suite?

Oh, stiamo parlando del Miracolle, mica dell'Esedra, del Miracolle, mica dell' International!

La proposta di El Che, che noi, intendo me, Pilù, Ilario, tiziano, da tempo auspichiamo, si autosostiene, che già è un bel passo in avanti.

Tanto, come diceva Pilù la corrente il comune la sta già pagando...
... ovviamente, mica possiamo lasciare ratti, ragni e tarantole al buio...
metti il WWF s'incazza!

lenolese ha detto...

dico chi paga per mettere su le associazioni? secondo me se apre il miracolle la maggior parte dei problemi si risolvono, vi ricordo che siamo vicini a roma.....

Anonimo ha detto...

Cari compagni e amici, è inutile che continuiamo a tergiversare sul Miracolle. Se vogliamo vederlo finalmente aperto sappiamo a chi rivolgerci per invitarlo a ritirare il ricorso.

jat a fatja ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

se stasera dovessi fare 6 al superenalotto, una sola cosa farei,cercherei di comprarmi il miracolle, per poi demolirlo e farne un bel giardino per i bambini e gli anziani, e soprattutto restituirei un pezzo di panorama che da sul colle ormai quasi non si vede più, solo cmento!!! vergogna!!