mercoledì 2 luglio 2008

Gay Pride, le foto

Il buon Zio Mauro,
uomo che sembra avere un terzo occhio in fronte dotato di obiettivo, sensore a 10 MPx e zoom, ci ha regalato questi scatti bellissimi del gay pride romano.
E' riuscito, in questi 8 scatti, a fermare momenti davvero interessanti della coloratissima manifestazione per i diritti degli omosessuali.

Tratti di poesia e goliardia, in nome della parità dell'individuo.

69 commenti:

minny ha detto...

Ciao ragazzi...era un pò che non giravo sul vostro blog,e forse dopo quello che dirò,sarebbe stato meglio non girarci.Premetto che non ho niente contro i gay e sono per la parità dei diritti.La cosa che non riesco a capire è il perchè arrivare a fare una manifestazione che,in alcuni tratti,diventa quasi volgare.
Scusami ZIO MAURO...le tue foto sono bellissime.Un saluto

ryder ha detto...

Secondo me le foto di zio Mauro non sono volgari ma danno la testimoianza di queste persone che vogliono integrarsi in questa società difficile nel loro stile e nei loro costumi variegati e fantasiosi. Le loro manifestazioni secondo me sono l'unica cosa che può metterli in mostra ed è giusto che sia così.

minny ha detto...

Attenzione ryder!!!Non ho detto che LE FOTO di zio Mauro sono volgari.In pratica, alcuni atteggiamenti e alcuni costumi vanno a "nascondere" il vero senso della manifestazione.Va bene la fantasia,ma la dignità prima di tutto.Ciao

ryder ha detto...

Be, forse minny hai ragione ma secondo me queste persone si vogliono ribellare a una società dura e che fa molte discriminazioni e vogliono mettere in mostra nelle loro manifestazioni il loro aspetto e far vedere di che pasta sono fatti. Basti pensare a Freddy Mercury che nel video Living on my own ambientato nel suo compleanno fa vedere una festa di omosessuali e qualche scena così e così quindi secondo me nella manifestazione non si nasconde il suo vero senso perchè queste persone pensano che siano cose normali farsi mostrare.Ciao

minny ha detto...

Ryder...AMO FREDDY MERCURY e grazie per averlo nominato.Ci sarebbe molto da dire riguardo a questo discorso,ossia,diritto, dignità,società difficile...purtroppo siamo solo noi e finiremo per darci ragione a vicenda. Ho sempre stimato coloro che della propria diversità,non si vergognano.Apprezzo chi manifesta per una giusta causa, ma non condivido coloro che per una giusta causa,si rendano, agli occhi dei "normali" "diversi".Scusami ryder...ad una certa età...non si comprende...ciao

ryder ha detto...

Minny,mi fa molto piacere che ami Freddy Mercury e ti stimo moltissimo essendo grande fan dei Queen.Comunque non ho capito bene a chi ti riferivi nella frase in cui hai detto apprezzo...? . Ciao

minny ha detto...

Non mi riferivo a nessuno in particolare. Apprezzo tutti quelli che manifestano per i propri diritti,sempre che lo facciano con dignità.. I gay sono persone fantastiche e molto sensibili. Posso capire il diritto al matrimonio,il diritto alla pensione di reversibilità e tanti altri diritti,ma chiedere che gli venga riconosciuto il diritto ad adottare un bambino è fuori da ogni logica. Forse come genitori sarebbero migliori di noi,vista la loro grande sensibilità,ma questa richiesta, personalmente non la condivido.Ecco che si cade nel ridicolo,poi, se aggiungiamo atteggiamenti poco dignitosi (guarda la foto con i gelati)…..la stessa cosa se una donna và a manifestare contro la violenza sessuale NUDA!!!! Non avrà mai la piena solidarietà.OK….sono antiquata.Ciao

ryder ha detto...

Con questo minny sono veramente d'accordo con te perchè non posso immaginare l'infanzia di un bambino senza mamma o babbo. Su questo punto hai proprio ragione,il diritto a matrimoni gay è proprio una cosa assurda.Ciao

minny ha detto...

Ryder,hai ascoltato l'intervista fatta ad Antonio D'Amico,compagno di Gianni Versace??Una persona meravigliosa con una grande storia d'amore raccontata con altrettanta dignità.Questo vuol dire avere, prima di tutto, rispetto per se stessi e poi per chi lo ascolta e lo osserva.Ciao

tiziano ha detto...

Secondo me dovreste scambiarvi il numero di telefono...

minny ha detto...

Hai ragione Tiziano ma non capisco perchè avete fatto questo post se poi non siamo liberi di commentare tra di noi.Inoltre non mi sembra che io e ryder siamo usciti fuori tema,quindi,nessuno ti vieta di unirti a noi.Comunque prometto di non spezzare più il vostro silenzio.Ti saluto

Jat a fatja ha detto...

Ke vergogna...

Addirittura viene elogiato il gay pride...

Jat a fatja ca sete rossi i vaccinati

Tiziano ha detto...

Ciao Minny,
ma non lo dicevo con critica, anche se una sottile vena di sarcasmo traspariva probabilmente...:-)
Comunque fate bene a confrontarvi e poi mi pareva che vi trovavate talmente d'accordo che mi è venuto spontaneo!

Giusto per partecipare anch'io: in alcuni paesi europei (l'Olanda ad esempio) l'adozione è già consentita a coppie omosessuali. Con questo non voglio dire che va bene o va male, solamente che ci sono delle realtà in cui questo avviene.

A mio avviso bisognerebbe fare dei studi seri sulla questione e se l'esito finale dimostrasse che non si creerebbero disagi al bambino, a quel punto...perché no?

Saluti, Tiziano.

p.s. Io ero presente al gay pride in cui Mosca ha fatto le foto, è stata una bella festa e quella manifestazione bisogna prenderla anche così.

jat a fatja ha detto...

Dare un bimbo in affidamento a una coppia omosessuale credo sia innanzitutto un problema di educazione. Come crescerà il bambino non sapendo chi chiamare mamma e chi papà, ma poi, soprattutto, buttiamo nel cesso un valore importante come la religione

Carmelo ha detto...

E buttiamola nel cesso, una buona volta 'sta religione, no?

Voglio dire, non si possono prendere decisioni su questioni riguardanti l'ordinamento dei cittadini, sul libero arbitrio del singolo o della coppia a partire dalla religione.

Perchè non tutti credono, e non tutti sono cattolici!

E' come far fare delle leggi solo in base a come la pensa chi è nato biondo, o chi tiene per l'Inter.

La religione è una questione personale, e tale deve rimanere. Quindi è inopportuno e antiquato che si prendano decisioni generali rispetto ad una cosa tanto personale.

Ed è così anche per le coppie gay, o i matrimoni.
Cosa si crede, che si sposino con l'abito bianco? Lo si farebbe in comune, come due persone che hanno deciso di stare assieme non solo nel privato ma anche rispetto allo Stato.

Stato, e non Chiesa, pubblico e non privato. Allora buttiamola nel cesso QUELLA religione che vuole mettere sempre becco e decidere per gli altri. Addirittura non credenti.

Per quanto riguarda l'adozione di coppie gay, la questione non è chi chiamerà mamma o papà, la questione è: sarà felice?
Che poi, nelle "migliori famiglie", ossia in quelle del mulino bianco, con mamma, papà, nonno e nonna non ci sono figli che crescono portando con loro dei disagi?

La questione è di parità di opportunità. I gay sono individui, che fanno delle scelte e gli individui devono avere le stesse possibilità.

Dovrebbe partire tutto da qui.

saluti
Carmelo

PS. Le foto di zio Mauro sono semplicemente spettacolari!

minny ha detto...

Secondo me la questione non è:"sarà felice?" La questione è diversa,caro Carmelo.La questione è:come intenderà la famiglia? Di conseguenza:come creerà la sua famiglia? Non sono d'accordo con la chiesa che,a mio avviso,dovrebbe porsi altri problemi che ha al suo interno.Sono d'accordo per le pari opportunità...le foto sono spettacolari...zio Mauro è bellissimo...che altro dire!? Vi voglio bene
jata a fatja...la religione è un valore aggiunto...Ciao

francesco c. ha detto...

occhio ragazzi....mi sto trattenendo per adesso... ^_^
valore aggiunto?mha
adozione coppie gay?mha
metter becco sulle cose pubbliche?mha
ciao ciao belli,ciao carme ma che fine hai fatta?nn t s vere kiu da quando hai dventato zio!

Salvatore ha detto...

Innanzi tutto ringrazio zio mauro per i suoi scatti, direi al punto giusto al momento giusto.
Per quanto riguarda il gay pride, essa in quanto manifestazione deve essere momento di aggregazione di divertimento anche di eccesso, senza però scordare il messaggio forte che porta con se.
In italia c'è una arrettratezza che porta a chiudere la mente su certi temi, a rendere tabù tutto cio che si ritiene diverso quasi fosse alieno.
Si parla di stato laico ma ci dimentichiamo che siamo L'Italia, nazione che al suo interno ha un altro stato con un proprio presidente che si chiama Vaticano e Papa.
Si ha inculcati nel cervello che l'unica famiglia disponibile sia solo quella eterosessuale, sana, ricca di principi morali, procreatrice e quindi avente diritto all'allevamento di figli.
Sembra quasi un allevamento di vacche.
Laico deve essere lo stato chi lo amministra, ed il popolo senza infiltrazioni religiose che non hanno ragion d'essere quando si parla di diritti della/e persone.
Ben vengano questi benedetti diritti dal legislatore laico senza se e senza ma.

clandestino ha detto...

Ragazzi, vi ringrazio per il post e bacio tutti voi per i commenti entusiasti alle foto...
Minny, Ryder, Tiziano, Carmelo, Totore...
quasi mi commuovono!!!:-)

l'omosessualità:
Secondo uno studio recente, comportamenti omosessuali sarebbero rilevabili in più di 450 diverse specie animali, e noi siamo tra quelle... a me la cosa mi pare più che normale... l'omosessualità l'abbiamo nel nostro dna...!!

Per i matrimoni civili tra i gay, dice bene Carmelo "...due persone che hanno deciso di stare assieme non solo nel privato ma anche rispetto allo Stato".

Per le adozioni:
non so se la prblematica sia "se il bimbo sarà felice"... se chi chiamerà "mamma o papà" o come intenderà la famiglia...
i greci amavano le promisquità anche omosessuale facendone uso comune... nei paesi arabi esistono famiglie con un papà e quattro mamme... in alcuni paesi asiatici esistono famiglie con una mamma e più padri (poliandria)...nella Comunità Oneida esiste il matrimonio collettivo (più mamme e più papà)...
insomma, credo sia una questione di cultura e processo storico...
una volta non si divorziava... poi s'iniziò e incominciammo a chiederci come la prole avesse vissuto all'interno di due famiglie... oggi il problema è ben che superato...
vedrete, supereremo anche questo delle adozioni tra gay.... sono fiducioso!!!

La chiesa????... beh, secondo la chiesa ancora oggi dovremmo tutti far l'amore soltanto per procreare... ogni sperma gettato al vento è un'omicidio...(!!!) ma cosa volete che vi dica????... preferisco vergognarmi in silenzio!!!
(magari invece è Francesco che dovrebbe parlare!!!...)

Concludo, per sdrammatizzare, con una frase del grande Guzzanti: "non ho nulla in contrario contro gli omosessuali e i negri, a patto che le due cose non si manifestino contemporaneamente"...

buona e sana discussione a tutti...

Marco M ha detto...

No ragazzi, credo che non ci siamo proprio.

Ma buttare la religione nel cesso proprio no.

Cioè discutiamo ancora se dare o meno in affidamento degli esseri umani nati dal seme di un uomo e di una donna ad una coppia di omosessuali?

Che princìpi e valori si impartiranno un giorno a questi pargoli?

Caro Clandestino, le 450 razze di animali sono una cosa, noi siamo un altra cosa a differenza di loro.

Per gli scenziati siamo animali, ma noi ragioniamo a loro differenza.

Salvatore ha detto...

il problema caro marco m è che in Italia non esiste discussione, una se pur minima idea.
la più grande paura e proprio parlarne.
come si può ancora oggi trincerarsi dietro la religione su temi che sono se mai laici, bisogna altresi chiedersi come si puo legiferare in un paese dove tutti si riempiono la bocca di laicismo di stato e poi si inginocchiano al volere della chiesa, la quale essendo stato non dovrebbe mettere naso in questioni di stato, un altro.
Nessuno si permette di dire quale politica deve perseguire la chiesa, ma essa si arroga il diritto di dare linee morali ad altri.
Quando il politico discernerà stato e religione forse questo paese avrà fatto un passo verso l'europa, ma fino ad allora...... vedremo.

francesco c. ha detto...

OH per bacco!son riuscito a far scrivere clandestino!come stai vecchia volpe lenolese trapiantata nell'entroterra ciociaro?!grazie a Dio l'afa e il caldo del cassinate non me la sto sorbendo da 7 giorni cioè dall'inizio delle mie ferie universitarie (che poi saranno davvero ferie?! 10 giorni fuori per due campi diocesani di A.C. di cui uno preparato con tutta la mia materia grigia per ovvi motivi?!).vabbè passiamo avanti,
premetto e già qualcuno di voi lo sa: ODIO PARLARE DI CERTE COSE VIA ADSL MA VISTO CHE CI STANNO I BLOG..USIAMOLI PER STAR VICINO AGLI AMICI LONTANI! ^_^

@omossesualità:
aggiungo altro alle tue parole clandestino che sicuramente hai solo dimenticato di menzionare: gli imperatori romani e greci amavano circondarsi di fanciulli ed ermafroditi,indi cosa normale allora...
@matrimoni:
c'è un dibattito politico e uno scontro tutto incentrato su una parola:FAMIGLIA. Dice bene Carmelo sullo status privato e pubblico ma attenzione a confondere: non chiamiamo famiglia ciò che è diverso da essa,se si facesse una cosa del genere una parte della normativa italiana sarebbe da stravolgere interamente...possiamo discutere e mettere mano via legislatore a un loro status civile ma con aspetti credo non eguali al concetto famiglia.

@ adozioni:
secondo me c'è una questione etica e morale a tal riguardo che tocca sia la felicità del bambino (secondo me poca con l'aumentare dell'età); sul nome da dare:bè signori lì è un altro bel particolare non irrilevante..maurè mi hai citato esempi di altre civiltà (davvero curiose alcune addirittura sconosciute!)ma lì il leit motiv (si scrive così)/filo conduttore è comunque uno da una parte l'uomo, da una parte la donna e non uomo/uomo o donna/donna. La differenza di sesso e del chiamare mamma o papà è assai importante psicologicamente per un bambino al fine di una sua crescita sana e buona psicologicamente.

@chiesa
ogni dottrina, ogni religione e ogni filosofia hanno i loro dogmi i loro principi che fanno da fondamenta alla forza morale e spirituale che ha soggettivamente sugli esseri umani...ciò che tu hai citato fa parte di uno di quelli, poi senza problemi, c'è chi li rispetta e chi meno ma quello è un altro discorso diciamo un pò più teologico e di fede rispetto a quanto stiamo dicendo, bellssimo dibattito senza rotture di anonimi e cose del genere..
la gente forse si starà civilizzando ad un corretto uso di questi spazi?speriamo bene...
con questo ti abbraccio affettuosamente,ciao ciao!

francesco c. ha detto...

quasi dimenticavo:
@SALVATORE:
EXCURSUS STORICO-LEGISLATIVO:
1984: con gli accordi di villa madama vengono rivisti i patti lateranensi e modificate o abrogate le norme obsolete rispetto a due cambiamenti/avvenimenti che toccarono in precedenza i due stati ratificatori dei patti lateranensi del 1929:
- LA COSTITUZIONE ITALIANA -
-IL CONCILIO VATICANO II CON I SUOI DOCUMENTI PIù IMPORTANTI, due costituzioni: la LUMEN GENTIUM e la GAUDIUM ET SPES.
Con questi due fondamenti veniva cancellato il concetto di cattolicesimo = religione di stato, facendo concepire il ruolo della chiesa e dei cristiani in modo diverso e uguale a quello delle altre religioni inoltre viene visto in modo diverso l'impegno all'interno dello stato da parte degli organi cattolici/ecclesiastici(art 7 - 8 costituzione italiana; punto n.76 gaudium et spes).
Nel 1984 indi si dichiara e viene riconosciuta effettivamente la laicità dello stato...la legge parla chiaro cosa si vuole di più?!
il problema è che se la chiesa parla male della questione matrimoni gay allora parte del mondo politico e del mondo civile si scaglia contro e invoca la laicità dello stato; poi invece se la CEI per qualche giorno di ritardo, dovuto a lavori all'interno di questa, non si esprime sulle impronte digitali ai rom e ai loro bimbi(vista con indignazione totale),sempre quella parte chiede che la chiesa cattolica dica qualcosa in merito...allora io dico..ma cosa si vuole veramente?Le parole della chiesa vanno bene solo quando fa comodo a loro?
io la risposta a ciò ancora non l'ho trovata forse un giorno la scopriremo davvero!
un saluto e un abbraccio affettuoso

P.S.: ma come mi piace confrontarmi e dibattere con voi!!

write26 ha detto...

Complimenti a minny e a ryder per aver vivacizzato un Blog che a mio avviso si sta “incartando” su se stesso.

Adozione per le coppie gay……..io sono contrario.

Un saluto a tutti write26

P.S. X Clandestino, le tue foto sono bellissime grazie Vladi.

minny ha detto...

x write
"io sono contrario"...tutto quì!?!?
Sono convinta che hai molte più cose da dire...Ciao

marco m. ha detto...

Si vabbè ma voi o ci fate o ci siete.

Nessuno ha risposto però alle mie domande.

Mi dite come può un bambino crescere nelle mani di due omosessuali?
Quale concezione avrà di maschio, femmina, madre, padre?

Poi per quanto riguarda la religione credo sia inutile discutere visto ke è un argomento a cui credi o meno, non esiste una via di mezzo

minny ha detto...

Ciao Marco M.credo che nessuno possa rispondere alle tue giuste domande,in maniera chiara e senza pregiudizio alcuno.Secondo me un bambino,arrivato ad una certa età,qualche piccola domanda la porrà e a quel punto non basterà la cultura, non basterà spiegargli quanto la sua famiglia sia "normale" e non basterà nemmeno dirgli "in altri paesi esistono famiglie come la nostra".In affidamento li darei perchè temporaneo,ma l'adozione è un'altra cosa.

marco m. ha detto...

Io non li darei nè in affidamento, nè in adoziono perchè cedo che di normale in una coppia omosessuale non ci sia niente

minny ha detto...

Di normale in una coppia omosessuale c'è l'amore...che non è diverso da quello che prova una coppia "normale",anzi...il loro amore è più forte e tradiscono raramente il proprio compagno.

marco m. ha detto...

Ma non penso proprio minny.

Allora io amo il mio cane più di ogni altra cosa, quindi che fccio, mi sposo con lui?

Qui il problema è ke stiamo buttando secoli e secoli di valori per colpa di un capriccio di qualcuno ke la mattina si è svegliato e ha detto: "anche noi gay dobbiamo sposarci!"

minny ha detto...

Mo senti tu!!!!!Come puoi paragonare l'amore tra esseri umani con l'amore tra un essere umano ed un animale!?!?!?Marco M.questa volta mi sa che se ti danno addosso,lo faranno con santa ragione!!!!Non penso sia il pensiero di una mattina il fatto del matrimonio tra gay ma forse....no guarda...mi hai fatto ridere troppo con la storia del cane...salutoni

minny ha detto...

Sig.Write...ma non si era fatto l'orticello??
Sono stata ad aspettare l'apertura del negozio fino alle 6.Un abbraccio

Salvatore ha detto...

@marco. m
Io non so cosa ti frulla nella testa ma paragonare l'amore per il tuo cane o qualsiasi altro quadrupede che hai in casa nel cortile oppure solo nella tua testa con l'amore tra persone, di qualunque sesso esse siamo non ha ragion d'essere.
Tu sei arrivato alla fine senza esser passato per il via,tu parli di matrimonio, di adozioni, quando ancora esistono forti pregiudizi razziali, ed e di oggi la notizia che una ragazza, lesbica di20 anni e stata aggredita a Roma mentre rientrava a casa.
Vedi l'italia sotto alcuni aspetti e dietro anni luce da i piu elementari diritti delle persone.
pensa prima di scrivere.
comincia ad avere piu rispetto delle persone e dei loro sentimenti e smetti di fare paragoni idioti.
P.S io sono favorevolissimo all'unione civile e all'adozione da parte di gay e lesbiche, anche perche i valori secolari a cui tu ti riferisci non sono esentei da critiche, revisioni e molti fallimenti.

ELEONORA ha detto...

credo che di normale in una coppia omosessuale non ci sia niente (cit.)

COMPLIMENTI PER QUESTA FRASE: PURA DISCRIMINAZIONE!
MARCO COS'E' LA NORMALITA'?
SIAMO ANCORA QUI' A PARLARE DI NORMALITA'? IN BASE A COSA SI DECIDE SE UNA COSA e' NORMALE O MENO? E' NORMALE CIO' CHE TUTTI FANNO? E' NORMALE QUELLO CHE CI E' STATO TRAMANDATO? LA NORMALITA' E' UN'UTOPIA, NON ESISTE, O, AMMETTENDO CHE ESISTA, VARIA DA PERSONA A PERSONA SECONDO ETICHE DIVERSE PER QUESTO NON CREDO TU POSSA GIUDICARE NEGATIVAMENTE LE SCELTE ALTRUI SOLO PERCHé SONO DIVERSE DALLE TUE.

marco m. ha detto...

Va bene non parlo più solo perchè la penso diversamente da voi...

Statemi bene

Anonimo ha detto...

Grande Carms!!!!
Sono con te nel modo piu assoluto!!!!
La cosa che mi domando sempre e' appunto, quale livello di progresso (in tutti i sensi) avrebbe raggiunto il nostro Paese se il nostro parlamento non fosse stato impegnato a discutere questioni in cui la Chiesa avrebbe dovuto fare solo da spettatore!!!!
Ferno.
P.s.
Ma che aggiu sbajato ka congiuntivo???
vabbo' ne le ricete alla maestra Clotilde!!!

francesco c. ha detto...

ehehehe cara eleonora ma fino a prova contraria almeno secondo me da come ti comporti nei confronti di marco sei tu che discrimini e boicotti il pensiero di marco m. scusa è ma lui dice semplicemente che dal suo punto di vista la normalità non c'è in una coppia omosessuale ok. E tu? Subito bruci il suo pensiero prendendolo per pazzo!calmini è, siamo andati tanto bene fino ad ora con sana discussione con tanti bei punti di vista ed ora cosa c'è?marco sbaglia e gli altri dicono bene?e di conseguenza marco deve star zitto o meglio deve cambiare il suo pensiero e conformarsi al tuo?mmm no no no così sembra ritornare a un periodo buio italiano...su su fai un apertura di vedute, cosa c'è di male?!fino ad ora lo hanno fatto tutti su questa discussione!!
fra

eleonora ha detto...

@ fra
il mio post voleva solo essere una puntualizzazione: troppe volte si usa il concetto di "normalità" ed è una cosa che mi dà assolutamente fastidio perché secondo me non si può stabilire con certezza la normalità di un qualcosa!
se hai notato io non mi sono proprio espressa sull'argomento in discussione proprio perché credo che non stia a me giudicare il pensiero altrui. Ho semplicemente fatto notare a Marco il mio punto di vista su una frase che aveva scritto. stop. lì mi sono fermata!
Non credo di averlo giudicato "pazzo", come dici tu, o di aver bruciato il suo pensiero ti ripeto ho focalizzato il mio post sulla parola NORMALE tutto qua!
;)
saluti!!!

marco m. ha detto...

No ma infatti Fra' lascia stare...

Evidentemente se non hai la maglietta di Che Guevara non puoi parlare in questo post.

Io non ho detto ke sono contro le coppie omosessuali, io sono contro l'affidamento e il matrimonio delle coppie omosessuali che è diversa la cosa, ma siccome tutti i qui presenti vogliono farsi sentir dire quello che dicono loro, va bene cosi

Anonimo ha detto...

carissimo marco m. nessuno credo voglia sentire ciò che vuole, o che qui nessuno possa parlare se non ha la maglia di che guevara...

Il concetto è domandarsi per prima cosa cos'è la normalità... ognuno di noi ha una diversa concezione di normalità: ciò che è normale per te, magari per me non lo è o viceversa.

Seconda cosa da domandarsi è (dato che ho letto che qualcuno ha citato la famiglia della Mulino Bianco) meglio vivere con una coppia di omosessuali, che con il tempo ti spiegheranno la loro condizione e qual'è la "normalità" (come la chiamate voi) per il resto del mondo, o piuttosto vivere in una famiglia dove viene fatto abuso di alcool da parte di uno o entrambi i genitori, che spesso si sfogano contro i figli e/o il/la consorte?

Credo che non sia giusto buttare nel cesso la religione, ma come molti altri stati dobbiamo tenerla fuori dal pubblico: per carità avrà trasmesso tutti i valori etici che volete, ma ricordatevi che il primo a mangiare nei piatti degli altri è stato proprio il clero, che con la scusa dell'ente supremo ha fatto e disfatto...

CHIARA

marco m. ha detto...

Tenere fuori la religione dalla società?

E ke società sarebbe... Ve lo detto, per me l'omosessualità è normale, non so sarà una malattia, sarà amore, sarà qualcosa ke non posso capire, sarà quello ke sarà per me due omosessuali possono fare quello ke vogliono, ma NON devono venire a pretendere matrimoni, unioni, bambini e figli nella società attuale, in questa società fondata veramente sui valori che qualcuno forse ha dimenticato.
Per voi la religione è un argomento ke non vi piace solo perchè molti di voi non credono in essa, ovvero non credo ke esista un DIO o sbaglio?

francesco c. ha detto...

ma come molti altri stati dobbiamo tenerla fuori dal pubblico: per carità avrà trasmesso tutti i valori etici che volete, ma ricordatevi che il primo a mangiare nei piatti degli altri è stato proprio il clero, che con la scusa dell'ente supremo ha fatto e disfatto...
rispondo solo perchè mi sembra un pò particolare sta cosa che hai scritto chiarè,cosi attendo notizie da mauro.
Non ente supremo ma magari autorità suprema...e sai da dove veniva questo potere? Dal fatto che qualcuno a suo tempo, come Costantino ad esempio, diede quel potere al clero che oltre ad essere di carattere temporale anche spirituale..da qui nasce la storia della donatio costantinum o della translatio imperii gregos ad francos...ma sai perchè c'è stato tutto questo?per il semplice motivo che fu il potere temporale a porgere tali atti e tali poteri al clero. Tutto ciò finì però nel 1564 con il concilio diTrento indi parliamo di un bel pò di anni fa..e poi cosa ha fatto e disfatto?Ha agito da stato temporale e ciò che ha disfatto è stato per le ingerenze subite dalla chiesa da parte degli imperatori (vedi i franchi o i tedeschi) che davano quel potere temporale alla chiesa per gestire loro stessi anche il mondo spirituale di quei tempi.
E poi, come scritto in precedenza la chiesa lo è già fuori dal pubblico o meglio: quando lo vogliono ci deve entrare,quando non lo si vuole la si condanna per mezza parola che esprime!
@eleonora
ok ok,però sai che c'è vedevo un pizzico di rabbia repulsa dentro di te mentre leggevo quelle cose!! : D un bacione ad entrambe!

Anonimo ha detto...

francè poi io e te ne parliamo sti giorni che tanto ci vediamo... volevo rispondere solo a marco perchè vado un po' di fretta (preparatevi che sto a fa le guide per prende la patente, quando mi vedete mettetevi al riparo): io credo in Dio! Cioè credo che al di sopra di noi c'è un qualcosa di inspiegabile da parte nostra, ma non credo nella chiesa: per me non è importante che un prete mi dica che devo dire 10 ave maria e 5 padre nostro (non so se funziona ancora così, qui ci può dare una risposta francesco) per assolvermi dai peccati che ho commesso... non credo sia importante andare in chiesa per avere un contatto con Lui, ma preferisco mettermi sotto un albero e chiedere conforto o altro...

guarda che non tutte le persone che sono di sinistra, o simpatizzanti, o quello che vuoi, non credono in dio!

CHIARA

marco m. ha detto...

E' vero ke non tutti quelli di sinistra non credono, però del GAY PRIDE ne parliamo, della giornata ke il papa ha dedicato alla FAMIGLIA non ne parla nessuno, ma guarda un po'.

Anonimo ha detto...

del gay pride ne parliamo perchè non ne parla nessuno... della giornata dedicata alla famiglia che ha proposto il papa se n'è parlato per quanto, 1/2 mesi?!

a che pro parlare di cose di cui ti fanno una capa tant televisione, giornali, internet, quando ci sono argomenti che solo per chè, la maggior parte delle persone associa alla propria situazione politica, non vengono approfondite?!

CHIARA

francesco c. ha detto...

E no chiarè aspetta n'attimo.....sai cosa c'è stato il 12 maggio del 2007?la festa della famiglia a piazza san giovanni, e allo stesso momento a piazza navona se non sbaglio c'era la festa dei radicali (capezzone,pannella,bonino e altri tipo peppo davia).
Per una settimana se ne parlò di quella festa (forse perchè + politica?forse perchè snobbano la famiglia?) e non di quella (cioè di meno) a piazza san giovanni. I risultati sai quali erano? che a piazza san giovanni c'erano 1 milione e mezzo di persone,famiglie cattoliche e non; a piazza navona manco la metà anzi...e sai quanto se n'è parlato di quel successo?mica 1 o 2 mesi?su per giù una settimana!!perchè si tende sempre a nascondere da parte dei network cose che a loro non stanno bene perchè potrebbero cambiare le menti e i pensieri della gente inculcate dalle cavolate che sparano!
con pigi mi trovo d'accordissimo su sta cosa ne abbiamo parlato insieme e anche se crediamo in cose diverse la vediamo ugualmente da questo punto di vista...che bello il pensare e avere idee diverso dall'altro...alla fine si dicono le stesse cose! : D

minny ha detto...

Per Francesco C.
Scusatemi se mi intrometto,ma ho bisogno di avere alcune spiegazione da Francesco C.
"perchè si tende sempre a nascondere da parte dei network.....perchè potrebbero cambiare le menti e i pensieri....
Cosa intendi dire??
Questa che ti faccio adesso,caro Francesco,è una provocazione!!!!
Che ne pensi del codice Da Vinci???

ps:ci perdoneranno quelli degli HQ se stiamo cambiando argomento??

francesco c. ha detto...

Per quanto riguarda quella frase lascia perde era uno sfogo mio che è difficile da spiegare con una tastiera!

Bella domanda minny,e ti posso dire che da quel che capisco di letteratura e parlando con degli esperti non è scritto benissimo.
ma ti posso dire comunque che E' UN BEL TRHILLER.
Anche se ti dirò, a me è piaciuto di più l'altro libro sempre thriller angeli e demoni per chi è appassionato del genere omicidi,gialli, misteri è più bello.
ciao ciao

minny ha detto...

"E' un bel trhiller"...OK,prendo atto che non hai voluto rispondermi (forse ho esagerato).Ciao ciao

francesco c. ha detto...

ma scusa, mi chiedevi cosa ne pensavo e io ti ho risposto per caso c'è qualcosa da dire su un libro normale?

minny ha detto...

Se è un libro normale,mi spieghi perchè la chiesa voleva censurarlo??

francesco c. ha detto...

ma queste notizie si leggono su topolino?
nessuno mai ha voluto censurare un libro di narrativa,figurati l'ho letto anche io e nessun prete o altro mi ha scomunicato!poi se leggi giornali che boicottano la chiesa e fanno di tutto per screditarlo allora è un altro conto!
con affetto,
fra

minny ha detto...

Questo romanzo trailler parla di una misteriosa società “priorato di Sion”.Questo romanzo parla di segreti che potrebbero compromettere i fondamenti del “cristianesimo.Questo romanzo mette in dubbio quello che la chiesa cattolica ci ha tramandato.Questo romanzo parla di Cristo come una persona normale,sposato con Maria Maddalena, dalla quale avrebbe avuto un figlio.Non si tratta di boicottaggio ma di due verità diverse.Sinceramente ho avuto molti dubbi…forse troppi. E’ un piacere dialogare con te

francesco c. ha detto...

Questo romanzo trailler parla di una misteriosa società “priorato di Sion”.
se era davvero così la scoperta dell'acqua calda l'avrebbe fatta uno scrittore qualsiasi come dan brown o storici,filosofi e ricercatori?

Questo romanzo parla di segreti che potrebbero compromettere i fondamenti del “cristianesimo
ma i segreti non è che si scoprono così leggendo riviste o sentendo persone che parlano per screditare e poi un segreto non è che si scopre cosi da un giorno all'altro!

Questo romanzo mette in dubbio quello che la chiesa cattolica ci ha tramandato
un romanzo mette in dubbio?pura fantasia tinta con qualche fonte non cosi veritiera?mha..
possiamo parlare di scienziati,filosofi o martin lutero per mettere in dubbio e far sussultare le fondamenta della chiesa...ma uno scrittore che si basa su cose già esistenti e conosciute,interpretate a suo modo per scrivere un trhiller questo no!
fra

Salvatore ha detto...

ciao, minny mi è piacuta la tua provocazione nei riguardi di francesco ma era scusami un pò prevedibile.
Francesco mi sei piacuto sulla prima risposta, molto diplomatica.
Devo dire che l'ho letto anche io e l'ho trovato scorrevole e ben strutturato, ma pur sempre un libro che usando le vicende di una presunta setta ha voluto mettere in discussione le fondamenta di un secolare stato quale il Vaticano, con fine ultimo ma non ultimo quello di vendere.
Comunque minny ti suggerisco di leggere con fare critico i testamenti apocrifi e chiederti perche non sono stati inclusi nell'elenco dei libri sacri.
Mi scuserete ma vorrei tornare alle origini del post concentrando la mia attenzione sulla situazione degli omosessuali e non solo in questo paese.
Francesco quando tu mensioni il 12 maggio del 2007 e cioè la festa della famiglia a piazza san giovanni e mensioni anche la contro manifestazione ti sei dimenticato un piccolo perticolare.
nello stesso periodo l'allora governo Prodi nelle veci dei ministri Bindi e Pollastrini avevano scritto la prima bozza di legge su i DIritti e doveri delle persone stabilmente COnviventi (DICO).
Quella manifistazione fu quindi un pò viziata della detta legge.
Quella legge non faceva altro che dare anche se in modo un po blando diritti a coppie senza differenza di sesso, ma per sapperne un po di più potete leggere l'articolo sullo scoppolino online.
Vedi francesco se pur poco poteva essere l'inizio per dare un po di diritti anche alle coppie dello stesso sesso, ma questo non e accaduto.
Mi e sorto quindi il dubbio abbastanza fondato che i politici di questo paese siano fortemente condizionati dalle parole della chiesa per voce dei suoi ministri, per questo che sarà un grande passo per l'italia quando la nostra classe politica si dirà laica per questioni di stato.
Mi dispiace tanto che marco.m si senta un pò escluso dal discorso perche io per primo lo attaccato, sappi marco che non esiste discussione dove tutti siamo o abbiamo le stesse idee, non trovi che sarebbe troppo bello e NORMALE.
per finire non esistono persone normali chiedetelo perche io lo fatto molte volte ad amici e amiche psicologhe e con sommo piacere ogni volta mi sono sentito dire che si non esistono persone normali.
per concludere spero che nella vostra vita come la mia possiate conoscere qualche gay e lesbica per condividere anche se solo in parte le loro preoccupazione sullo stato della loro vita nella nostra società.

francesco c. ha detto...

si infatti salvatore lo stavo per dire adesso, magari se ne riparlerà su un post attinente al tema da qualche parte (cmq grazie per il complimento ma non dovevi! : D ). E comunque tengo a dire che quel fine che hai detto tu di certo non era l'ultimo o il penultimo...ma la premessa a tutto!: )
tornando sulla strada prima deviata bè vedi io quel giorno, quel 12 maggio c'ero per far sentire la mia presenza e dire non di no assoluto a quella legge. Ero lì per dire che vada per i diritti alle coppie non etero ma ad un diverso modo di fare quella legge, di non parificare quello status a quella del matrimonio etero previsto nei codici italiani e difeso da noi cattolici.
I gay credo che sia giusto che abbiano dei diritti ma noi vediamo in modo contrario il fatto che quei diritti devano essere gli stessi di una coppia normale. Già normale..abbiamo incentrato una discussione oggi su questa parola:NORMALE...io mi son dato una mezza tesi (perchè filosofo non sono!)e domando: perchè secondo voi la normalità che anche marco m. ha menzionato è affibiato al matrimonio etero?
ora vado che la mia donna mi aspetta :D buonaserata a tutti voi!

minny ha detto...

In pratica sono tra l'incudine ed il martello.
Parlando di normalità posso candidamente dire che non esiste.Niente e nessuno è normale anche perchè non è stato mai fatto uno "schema".Conosco,molto da vicino,alcuni gay.Persone fantastiche,coscienti del proprio futuro senza diritti.Ecco appunto...i diritti.Secondo voi l'adozione è un diritto??Il matrimonio è un diritto?? Io penso che invece sia solo un dovere che lo stato e la chiesa ci chiamano ad assolvere.Buonanotte

write26 ha detto...

Cara Minny, si è vero avrei molte cose da dire, ma in questi giorni…… diciamo che ne ho più da fare.

Ho preferito rispondere ad una mail di una cara amica piuttosto che cimentarmi in ragionamenti che richiedono sensibilità, tatto e concentrazione.

Comunque, dal punto di vista puramente intellettuale, io sono dell’opinione che una coppia omosessuale potrebbe tranquillamente adottare, amare, educare, istruire, formare un figlio meglio di una coppia etero SE IL “MONDO” LE PERMETTESSE DI FARLO CON SERENITA’.

Purtroppo in Italia non è così, prevale il bigottismo, non siamo ancora pronti ad accettare le diversità, le novità, in qualsiasi campo, dalla politica al sesso, e per questo motivo sono contrario a questo tipo di adozioni. Perché sono certo che quella che chiamano società civile, nei confronti di un bimbo adottato da una coppia gay, assumerebbe un atteggiamento ostile e discriminatorio.

Per quanto riguarda poi l’ingerenza della chiesa nella vita pubblica, sono totalmente in sintonia con Carmelo, al pensiero che solo pochi anni fa hanno tumulato De Petis, (uno dei capi della famigerata banda della Magliana) per onorarlo come fervente cattolico nella Basilica di S. Ampolllinara mi vengono i brividi.

Se penso che i funerali di Pinochet sono stati celebrati in “pompa magna” da un Cardinale e nello stesso periodo, a Piergiorgio Welby hanno vietato l’ingresso per il rito funebre nella sua parrocchia che dire……

Tralascio gli episodi pedofilia, che continuano ad avvenire in particolar modo negli USA, ma non posso esimermi dal considerare “barbariche e talebane ” la legge sulla fecondazione artificiale e, quella che non c’è, che riguarda il testamento biologico leggi, promulgate in Italia, volute dalla chiesa.

Il nostro è un paese incredibile i divorziati più spregiudicati si preoccupano delle esigenze delle famiglie (Fini, Bossi, Berlusconi, Casini ecc)….. e chi ha fatto voto di castità si preoccupa della vita sessuale altrui inoltre, chi non paga le tasse sostiene che sono troppo alte………è proprio un bel paese il nostro.

Ciao write26

marco m. ha detto...

Caro Salvatore...

Sono anch'io d'accordo con te, che mondo sarebbe se tutti avessimo le stesse idee, però un conto è discutere, un conto è essere attaccati solo xkè la penso diversamente da voi.

Non voglio creare nessuna polemica e nessun rimprovero a nessuno, questo sia chiaro, ma soprattutto per MINNY non ritengo che tu debba prenderti gioco di ki la pensa diversamente dicendo frasi del tipo: Mi ha fatto ridere molto con la storia del cane.
Il mio era un esempio, forse stupido, ma io non ho mai riso ai commenti di nessuno.

minny ha detto...

Marco ti assicuro che non volevo prendermi gioco di te.Mi hai simpaticamente fatto ridere perchè ho capito che la tua è stata solo una battuta.Lo so che quel paragone,a meno di scherzare,non lo avresti mai fatto.Dai non te la prendere...pace?? Sei troppo simpatico per portarmi il broncio.Ciao

marco m. ha detto...

Pace...

E certo ke pace è fatta, anzi non abbiamo mai litigato :-)

Stai tranquilla non è successo nulla

Anonimo ha detto...

Tu lo chiamo dio ma io non lo conosco
nunn'è n'amico d'o mio e lo trovo un po' losco
dio deve essere importante perché in lui è concentrato
il senso sacro dell'impero creato
dio deve essere importante ma attenzione attenzione
non parlerò di dio con chi sostiene una religione
tu lo chiamo dio ma io non lo conosco
vive in cielo il tuo dio e noi siamo in un fosso
il mio dio non giustifica le contraddizioni
lui si schiera e combatte, non rimanda al domani
lui non deve incarnare le mie aspirazioni
lui mangia con me procediamo a tentoni

Ho visto troppo persone morire soltanto
in nome de padrie et filio et spirito santo
mille generazioni martoriate dal dubbio
torturate con calcolo è peccato è peccato
ho visto donne combattere battaglie inumane
violentate nell'intimo e chiamate puttane
mille generazioni martoriate dal dubbio
torturate con calcolo è peccato è peccato
ho visto vite distrutte nel sorriso di un prete
calmo e rassicurante nel parlarmi di fede
mille generazioni è peccato è peccato
e lui calmo sorride nel chiostro maiolicato

Tu lo chiamo dio ma io non lo conosco
la mia spiritualità non si esprime nel culto
il mio dio non vive in cielo non sa neanche volare
se ho bisogno di lui non lo devo pregare
non divide le acque non moltiplica i pani
il mio dio è la mia pancia e muove lei le mani

minny ha detto...

In qualsiasi posto lo hai letto è bellissimo,anonimo delle 18,52.Questo per dirci cosa?? Vuoi forse dirci che DIO non esiste??Ciao

Anonimo ha detto...

grande anonimo!!!
stupenda canzone dei bisca-99posse!!!
mi hai dato l'imput a rispolverare un po di buona musica.....
Ferno.

Anonimo ha detto...

Che Dio esiste o meno è un pensiero prettamente personale.
Per quanto mi riguarda ho dei forti dubbi e,sinceramente, fino ad oggi, non trovo risposte ai miei dubbi.
Credo, forse, in Dio ma non alla chiesa come istituzione. Una volta uno,discutendo, mi disse: ricordati che Gesù è morto in croce anche per te.
La mia risposta fu che, ad oggi, l'unica croce che vedo in giro è quella che porta il Papa al collo che peserà 30 Kg. 30 Kg di oro massiccio!!!
Però un pensiero per i poveri che muoiono di fame ce l'ha sempre...dalla sua tenuta estiva al nord.

ryder ha detto...

Scusate il ritardo ma bravo Carmelo! Hai fatto un ottima deduzione sul fatto della religione..... Comunque per me è sbagliato dare in adozione i figli a coppie gay.... è una cosa assurda!Ciao un bacione a tutti!

minny ha detto...

Ryder...come hai potuto notare non siamo rimasti soli in questa discussione.Per te dare i figli in adozione a coppie gay è assurdo.Per quale motivo?? Perchè tutti siamo pieni di pregiudizi,come dice il caro e vecchio write26?? Perchè ci hanno detto che non è "normale"??Non crederai mica di cavartela con così poco??Ciao

MUSIC PROJECT GROUP ha detto...

SUL BLOG WWW.POLITICHEGIOVANILILENOLA.BLOGSPOT.COM C'E' UN POST PER PARLARE DELLA 24 ORE DI SPORT 2008 IN PROGRAMMA DA SABATO 9 A DOMENICA 10 AGOSTO....

ryder ha detto...

Be, minny ancora una volta siamo a dibattere io e te e mi fa molto piacere. Comunque per me dare in adozione figli gay è assurdo perchè non vedo come due persone dello stesso sesso possano educare un figlio,ma poi soprattutto con la dura società di oggi il bambino verrà preso in giro da tutti e nessuno lo accetterà soprattutto nella sua adolescenza. I suoi coetanei lo prenderanno in giro essendo "figlio di gay". Purtroppo la realtà è questa.Ci hanno detto che non è normale secondo me perchè siamo abituati a vedere famiglie etere e in più ci si mette anche la Chiesa dicendo che è una cosa fuori dal mondo. L'Italia in passato era comandata dalla Chiesa,tutti in passato erano cristiani e quindi ciò che non è cristiano è ritenuto "eretico".Basti pensare a Galileo e ad altri scienziati del tempo che vennero giustiziati perchè dicevano cose contro quello che c'era scritto nella Bibbia. Lo Stato italiano è laico ma in certi casi,come questo, no. Anche al tempo della legge sul divorzio la cosa non era "normale" perché la questione si metteva contro la Chiesa.

P.S. Chi viene alle 24 ore di sport?